Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
24 mai 2009 7 24 /05 /mai /2009 13:34
storia per niente originale ..... un misto tra la narrazione della Kinsella e una protagonista che assomiglia troppo a Bridget Jones
L'amicizia e il cioccolato al centro di tutto il racconto
Il cioccolato come luogo di ritrovo (la cioccolateria luogo di riunione) .... il cioccolatto come soluzione a tutti i problemi, di cuore di lavoro di soldi ..... il cioccolato un pò troppo descritto
il cioccolato che se da una parte ti intriga nelle sue descrizioni delle varianti dall'altra alla fine ti stanca
e poi se fosse cosi facile ..... mangiare cioccolato come fanno le 4 amiche nel libro e non mettere su nemmeno un etto .... beh! di club cosi ce ne sarebbero molti di più
Però al centro del libro c'è anche il racconto di questa magnifica amicizia tra 4 donne
di cultura diversa ... di estrazione sociale diversa .... mentalità, stile di vita, tutto diverso fra loro
sembra che nulla le accomuni se non la passione per il cioccolato e la loro grandissima amicizia
amicizia che va al di là del pensiero egoistico personale
qui per amicizia si fa tutto e si mette in gioco tutto
e in fondo è un insegnamento grande
il libro è da leggere .... in un periodo magari tranquillo in cui si ha voglia di qualcosa di facile e leggero
ma è assolutamente da consigliare a chi sbaniera amicizia ai quattro venti e che in fondo ancora non ha capito il reale significato di questa parola

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires

aless.erre 05/06/2009 17:20

Letto anche questo. Hai detto benissimo...filone kinsella.
Quello che mi faceva incacchiare di sto libro e' che loro mangiano quintalate di cioccolata e rimangono una 40 con fianchi vita e tette super....io solo se penso al cioccolato metto su 3 kili! :-)