Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
9 février 2012 4 09 /02 /février /2012 08:00

(10° libro finito - 2012)

 

arancia-meccanica.jpgAlex è un eroe dei nostri tempi: un teppista sempre pronto a tirar fuori ilcoltello, capo di una banda di duri che ogni sera, sui marciapiedi deisobborghi, ripete il gioco della violenza: rapine, stupri, scassi, assalti ainegozi, scontri con altre bande. Finché Alex, che si interessa solo aBeethoven, viene tradito dai suoi amici durante una delle tante sue imprese.Le terapie di rieducazione, non meno violente, lo ridurranno a un'aranciameccanica, in balia delle sue antiche vittime, in una girandola di situazionigrottesche e paradossali

 

Oh deliziosa delizia e incanto. Era piacere impiacentito e divenuto carne. Come piume di un raro metallo spumato, o come vino d'argento versato in nave spaziale. Addio forza di gravità, mentre slusciavo... quali visioni incantevoli!

si può cominciare con il dire che chi ha amato il film non può che adorare questo libro.

si può continuare con l'avvertenza di resistere, si resistere alle prime pagine, perchè lo slang pazzesco con cui si esprime Alex è ben presente anche nel libro, ma se nel fim diventa subito di facile comprensione, nel libro ti disarma .... è come prendere uno schiaffo in faccia .... non per niente appena cominciato ho commentato dicendo "fosse scritto ina rabo o in cinese per me sarebbe uguale ..... non ci riesco"

poi non mi sono lasciata abbattere e ci sono finita dentro ..... peccato che conoscendo a memoria il film avessi sempre davanti le scene cosi come le ho viste e la mia fantasia abbia galoppato poco

oltre allo slang, c'è da spendere anche qualche parola sulla violenza raccontata, che non è quella dei thriller e dei soliti cadaveri fatti a pezzi e cosi via, no qui c'è la violenza "domestica" quella che fa più paura perchè ne siano tutti esposti ..... la violenza che piace, che Alex adora quanto la musica classica ..... la sofferenza degli altri come regola di vita

e mano a mano che vai avanti finisci con l'affrontare anche altro ..... chi nasce violento lo rimane per sempre o può redimersi da solo? può un bel giorno cambiare idea e cambiare vita?

o dobbiamo noi società inculcargli a forza i buoni sentimenti e il rigetto totale per ogni forma di violenza?

siamo noi padroni di poter cambiare la natura umana?

uuuuuuuuuu..... quanto ci sarebbe da dire su questo libro

ma mi fermo e dico solo ..... va letto .... ormai fa parte di quei libri che almeno una volta nella vita vanno letti

 

Stai attento Dim se della vita la continuazione a cuor ti sta!

 

E d'un tratto capii che il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione

 

È buffo come i colori del vero mondo divengano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires