Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
15 février 2010 1 15 /02 /février /2010 08:27
concerto-1-copie-1.jpgAndrei Filipov è un grande direttore d'orchestra .... il"Maestro"
ma all'apice della sua carriera durante un concerto che doveva essere il suo tributo massimo al Bolshoi, viene interotto, la sua bacchetta spezzata di fronte al pubblico e lui e la sua orchestra allontanati
La loro colpa è quella di essere ebrei nel periodo Comunista e Andrei viene portato alla rovina perchè non ha accettato di allontanare i suoi orchestrali
all'età di 50 anni ... Andrei ... lavora ancora al Bolshoi ma come uomo delle pulizie, è odiato dal direttore del teatro e vive ancora nel ricordo del suo più grande concerto rimasto a metà
i suoi orchestrali sono sparpagliati per Mosca dove fanno i mestrieri più umili e disparati per tirare avanti
un giorno Andrei trova un fax con un invito per l'orchestra del Bolshoi a tenere un concerto al Théâtre du Châtelet di Parigi.
Non ci pensa due volte e nascosto il fax raduna nuovamente la sua vecchia orchestra e si presenta al concerto al posto dell'orchestra ufficiale
si suonerà il Concerto per violino e orchestra n. 1 di Ciaikovskij e Andrei pretende la presenza della violinista-star Anne Marie Jacquet come violino solista ..... il perchè si scoprirà strada facendo .....AnneMarie ha più di un legame con questi concertisti-straccioni

Il film è un crescendo di risate e divertimento in tutta la sua prima parte, giocate sui ruoli dei personaggi e dei luoghi comuni che da anni ci accompagnano
la nostalgia del partito comunista che ci porta in una ricerca del passato
il luogo comune che vuole gli zingari grandi suonatori di violino senza mai aver visto una nota musicale, nonchè ladri e falsificatori di documenti .... ma grazie a loro l'orchestra avrà passaporti strumenti e vestiti
il luogo comune che vuole gli ebrei grandi affaristi e venditori che li accompagnerà nella vendita del caviale a Parigi per poi scoprire che ormai i tempi sono cambiati e che si guadagna di più con i cellulari cinesi con scheda contraffatta
il luogo comune che vuole i sovietici un popolo "povero" e ingenuo, che è abituato a vivere di poco e di poco si acconteta
"ci hanno chiesto 2.000,00 euro a concertista ..... ma questi sono prezzi di prima della Perestroika!"
"alloggeremo in un Hotel dal lusso sfrenato ...... 3 stelle!"

ma la musica .... la vera musica è la grande interprete di questo film ... ci accompagna fin dall'inizio per poi rapirci nella sua seconda parte
dove un magnifico concerto (eseguito in verità dall'orchestra sinfonica di Budapest e della violinista Sarah Nemtanu) ti cattura e ti emoziona fino alle lacrime
la sola musica interprete del film

era da tanto tempo che un film non mi portava alle lacrime, e questo ci è riuscito, non mi vergogno a dire che alla fine del concerto piangevo alla grande
ma sono stata catturata dalle emozioni
le vere emozioni della musica
non quelle che crediamo di sentire con l'ascolto di 4 canzonette alla radio
ma quella vera ..... la musica che ti entra dentro il cuore, quella che va ascoltata ad occhi chiusi e ti porta via con se

un film magnifico QUI

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans film
commenter cet article

commentaires

troubledsleeper 28/03/2010 11:48


certo qualche luogo di troppo c'è ma non guasta! e poi è compensato dalla caratterizzazione psicologica dei personagggi! bel film
http://troubledsleeper.wordpress.com/2010/03/28/il-concerto-al-cinema/


lili 28/02/2010 19:28


sarà uno dei prossimi film al cineforum......vorrà dire che mi porterò i fazzoletti