Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
12 janvier 2012 4 12 /01 /janvier /2012 08:39

l-enigma-del-gallo-nero.jpgInghilterra, autunno del 1537. Mastro Shardlake viene inviato nell'abbazia benedettina di Scarnsea per indagare su due crimini inquietanti. Nella stessa notte, infatti, qualcuno ha decapitato con una spada il commissario regio Robin Singleton, in missione segreta nel convento, e una mano sacrilega ha messo il cadavere insanguinato di un gallo nero sull'altare. Ma chi possiede una simile arma in quello che dovrebbe essere un tranquillo luogo di meditazione e preghiera?

 

la sua ambientazione mi ha ricordato molto "il nome della rosa" di Eco .... monastero, monaci enigmatici, il satana nascosto, la vita nei corridoi bui le celle fredde (forse) e la neve .... si me lo ha ricordato molto

per fortuna la trama è totalmente diversa, diverso il periodo, il contesto storico....

amando io in modo viscerale tutto il periodo Tudor in Inghilterra direi che non poteva che piacermi, infatti è ambientato in un delicato momento storico, il periodo che dal 1536 al 1540 ha visto in Inghilterra il capovolgersi della situazione religiosa .... il passaggio dal cattolicesimo al protestantesimo con la relativa chiusura, dietro richiesta di Enrico VIII, di molti monasteri, nonchè periodo di grandi persecuzioni verso chi la riforma non l'accettava da parte di un Re ambizioso e diciamocelo pure molto molto capriccioso

la parte storica del libro è molto interessante e veritiera, la parte investigativa ne risente molto passando quasi in secondo piano

come nel nome della rosa abbiamo più di una morte, e il fanatismo religioso ha una sua logica del tutto scontata su cosa realmente stia succedendo, come nel nome della Rosa arriva qualcuno ad investigare ma non è un monaco affascinante bensì un avvocato a servizio di Lord Cromwell brutto e anche gobbo, il suo aiutante però è naturalmente giovane e molto sensibile al fascino femminile, fatto provato anche da alcuni episodi di un passato molto vicino.

concludendo, bello bello bello, mi ha entusiasmato e lo consiglio vivamente a chi come me ama tornare a letture più "classiche" tralasciando il sangue e gli smembramenti dell'attuale letteratura thriller, consigliato a chi ama anche la parte storica di un romanzo e a tutti coloro che vogliono leggere qualcosa di veramente interessante

p.s. il titolo ..... L'enigma del gallo nero .... è altamente fuorviante

 

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires