Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
10 juin 2010 4 10 /06 /juin /2010 09:44

l-ombra-del-bastone360.jpgSiamo a Erto e Corona racconta di un uomo che un giorno arriva e gli regala un quaderno .... di quelli neri che una volta si usavano per i conti di casa .....

dice di avelo trovato nascosto sotto una mangiatoia nella vecchia casa di suo padre durante un restauro ...... dice che è un diario e che ne ha letto poche pagine ma che siccome chi lo ha scritto aveva come cognome Corona ha pensato bene di regalarglielo

il nostro Corona ... quello dei tempi nostri lo pubblica .... cambiando dove riesce solo la terminologia dialettale epr renderlo comprensibile

vi si racconta la storia di Zino, della sua famiglia dove tutti muoiono non proprio tranquillamente, di suo fratello la cui "morosa" perde la testa per colpa della Belladonna e finisce in manicomio, vi si racconta di Zino e delle sue esperienze amorose, dell'amicizia con Raggio e di sua moglie .....

di come una passione adultera possa portare ai limiti della follia e all'istigazione al delitto

di come il rimorso possa rendere una vita inutile

ma si racconta anche di Melissa .... la strega .. e la sua vendetta

e di Neve la bambina che porta pace .... che non sente freddo .... e che forse è un vero miracolo.... una bambina che muore sciogliendosi in poche goccie d'acqua conservate ancora oggi in una bottiglia sulla mensola del camino di Corona

e del bastone ... minaccia di morte ... che non abbandona .... che pensi di aver sconfitto ma che dopo aver attraversato le viscere della terra ti riporta al tuo destino

...............................................................................................

l'aggettivo "sconvolgente" è quelo che meglio rappresenta questo libro.

tutto ciò che si legge ti lascia a volte a bocca aperta per non dire che ti va venire la pelle d'oca e quel brivido sulla schiena di terrore.

viene da chiedersi se Corona questo famoso manoscritto lo abbia veramene ricevuto in regalo o se tutto sia frutto della sua fantasia.

resta però la realtà montanara dell'epoca da lui descritta veramente con grande perizia, tanto da sembrare averla vissuta sulle proprie spalle.

il modo di vivere, l'amicizia il rimorso, l'amore la passione il senso del possesso la magia .......

c'è di tutto qui dentro

il libro lo inizi e lo divori in pochissimo tempo, i personaggi ti prendono per mano e ti portano nella loro vita .... cosi diversa dalla nostra

eppure ..... Erto è li ... mica tanto lontano da qui

il rimorso del tradimento, la morte, la strega a cui si da la colpa di tutto

la religione che serve a sopravvire nelle avversità

insomma .... difficile da spiegare

è un libro che va letto .... assolutamente

per poi prendere la strada del secondo e leggere la storia della piccola Neve

il male che diventa bene e che poi si scioglie in poche goccie d'acqua

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires

cinzia 26/06/2010 17:31



Ciao Tarta, secondo me è uno dei più bei libri di Corona, l'ho letteralmente divorato!


Grazie per queste segnalazioni sui libri!


Cinzia



francesca violetta 14/06/2010 19:25



Tartuccia bella, ma che recensioni interessante queste! da romanticona che sono, il secondo non posso proprio perdermelo!


mi confermi che hai ricevuto la rivista che ti ho mandato? grazie!


baci



carmen 13/06/2010 19:32



si si, sempre piu' incuriosita, da Corona e dalle tue recesioni.


ciao Carmen


 



dori 12/06/2010 17:45



sono appena tornata ed ho visto solo ora il tuo commento. Mi dispiace che non ci siamo viste, sono stati 5 giorni strapieni di lavori. ci siamo fermati solo per mangiare e dormire. alla prossima
volta. buona domenica Dori


Ps: Sono d'accordo con te, il libro è bellissimo! 



silvia 12/06/2010 17:21



Tarta, mi piace leggere le tue recensioni. Sai, le vacanze si avvicinano e devo pensare ai libri da portarmi via...


Ciao


Silvia