Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
23 mars 2011 3 23 /03 /mars /2011 09:41

la_contessa_nera.jpgUngheria, 1611. L'alba illumina l'imponente castello di Csejthe. Nella torre più alta, una donna elegante, austera e vestita completamente di nero è sveglia da ore. Sta fissando, attraverso una piccola feritoia nel muro, un pezzo di cielo che volge all'azzurro mentre le stelle lentamente scompaiono. Sa che quello squarcio di cielo è l'unica cosa che riuscirà a guardare per il resto della sua vita. L'ultima pietra che, per decreto del palatino, la condanna a essere murata viva in quella stanza è appena stata posata. Ma la contessa Erzsébet Bathory non ha nessuna intenzione di accettare supinamente il destino che le viene imposto. Non l'ha mai fatto nella sua vita. Erzsébet è solo una bambina innamorata dei libri quando, nella dimora in Transilvania dove vive insieme alla sua famiglia, assiste ad atti di violenza indicibili. Atti che la segnano nel profondo e che non potrà mai dimenticare. Neanche quando, a soli undici anni, è costretta a sposare l'algido, freddo e violento Ferenc Nadasdy; Un uomo sempre lontano, più interessato alla guerra e alle scorribande che a lei. Erzsébet è sola, la responsabilità dei figli e dell'ordine nel castello di Sarvar è tutta sulle sue spalle. Spetta a lei gestire alleanze politiche e lotte di potere. Questo le procura non pochi nemici e coincide con l'emergere dell'anima più nera della donna. Strane voci iniziano a spargersi sul suo conto. Sparizioni di serve torturate e uccise, nobildonne svanite nel nulla. Si tratta di una cospirazione? O siamo di fronte a una donna malvagia e perversa? O il male è l'unico modo per Erzsébet di sopravvivere e lottare in un mondo dominato dagli uomini? La contessa nera si ispira alla figura della prima serial killer della storia, Erzsébet Bàthory, la contessa sanguinaria. Padrona spietata, torturatrice di centinaia di giovani donne, assassina crudele.

 

la vita della contessa vampiro raccontata da lei medesima.

dall'infanzia felice, al matrimonio combinato con un uomo sadico e sanguinario alla lotta per la sopravvivenza del rango del patrimonio della superiorità e del potere ... senza esitare di fronte a nulla ....

il romanzo è una lettera, scritta dalla contessa al figlio maschio, il più amato, il racconto di una vita come ultima spiegazione dei fatti accaduti

una storia triste a tratti e molto crudele nel suo complesso

nella realtà questa donna detiene ancora il record di vittime di un serial killer .... sembra siano state intorno alle 650

lei è nata in una famiglia dove le malattie mentali facevano da padrone, lei stessa sembra soffrisse di schizofrenia, unita ad un marito sanguinario con il quale, durante i lunghi periodi di lontananza scambiava lettere contenenti formule di magia nera e suggerimenti di tortura, non poteva che venirne fuori una sanguinaria.

sembra che durante una tortura ad una ragazza giovane e vergine un pò di sangue le fosse finito sulle mani la cui pelle trovò giovamento, qui la contessa si intestardi sul fatto che il sangue di giovani donne vergini potesse far ringiovanire .... quindi cominciò a dissanguarle e a fare il bagno nel loro sangue

nel suo castello furono rinvenuti cadaveri, ostaggi torturati, vestiti appartenuti alle ragazze scomparse .... ossa sepolte in giardino e cadaveri in decomposizione nelle segrete

praticamente una vera macelleria umana

a fronte di questa sanguinaria storia, una delle più crudeli che io abbia mai conosciuto, il romanzo sembra quasi una storia da poco conto .... tutto è quasi smorzato .... non vi si legge

la crudeltà vera se non nelle ultime pagine

resta però un romanzo imperdibile, dalla scrittura scorrevole e leggibile in poco tempo

ma soprattutto per gli scorci di storia descritti, per gli usi e costumi dell'epoca .... e soprattutto per conoscere questa donna

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires

bruna63 24/03/2011 09:47



Tarta caspita se l'hai letto riuscivi as dormire la notte?


Io con l'eta' sto diventando sempre piu' impressionabile!!!