Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
30 janvier 2012 1 30 /01 /janvier /2012 16:33

Mauro.jpgc'è chi fa il moralista e il "buono d'animo" solo a parole ...... blatera in continuo sulla povertà sulla fame nel mondo sui bambini che muoiono di fame e attacca contemporaneamente chi secondo lui/lei non fa abbastanza per questa situzione ...... ma in fondo sono parole e rimangono parole ...... e le parole volano e non fanno del male ma nemmeno fanno del bene

pieno di falsi buoni è questo mondo

però poi .... dall'altra parte c'è chi non parla mai ..... chi su questi argomenti ti liquida con due parole e ti vien quasi da pensare che magari non sia un buono ...... c'è chi sta zitto perchè preferisce fare, muovere le mani e non dare aria al cervello ..... c'è chi senza pensarci su due volte prende uno zaino e parte .... parte per fare quello che molti fanno solo a parole ..... per sporcarsi le mani sul campo per toccare le persone che stanno male e soprattutto per salvare la vita a quei bambini le cui foto girano in tutto il web solo per ricevere un "mi piace" e far sentire qualcuno un grande

a questa seconda categoria appartiene Mauro ..... lui va .... ogni anno va ..... lui affronta cose che sinceramente io con tutta la mia buona volontà non avrei il coraggio di affrontare ..... va .... gratis va .....

ora si trova in Etiopia ...... di lui abbiamo poche notizie in questi giorni e bramiamo il suo rientro per sentire i suoi racconti .... ma abbiamo ricevuto una copia di una lettera da lui mandata via mail ..... e io la voglio condividere con voi

grazie Mauro

 

Giovedi 26.01.2012

Caro don Giacomo;

mi sono giunti i tuoi saluti inviati tramite la Cristina.

Grazie.

Penso di vivere l'esperienza umanitaria piu' bella. Difficile da credersi che im mezzo a tanta tristezza, malattie, denutrizione ...

trovi gioia, sorrisi immensi, abbracci calorosi, strette di mano ...

voglia di giocare una partita di calcio ... tanto tanto calore non solo atmosferico ...

Incredibile le sensazioni che sto sentendo. Ho molto lavoro, vedo cose impensabili che lascero' descrivere da alcune foto ... pensa che per rispetto nei confronti di questi esseri umani a volte mi e'

difficile scattare una foto. Come posso scattare una foto ad un volto di un bambino pieno di mosche? No l'ho fatto per rispettare la sua dignita' umana e la sua sofferenza ... ma e' impresso nella mente e nel cuore.

Io opero in una struttura sanitaria in periferia di Dila, dove vediamo e curiamo sia profughi che popolazione locale. tale struttura e' stata fatta dalle suore salesiane ... ma si sono trovate in una situazione sanitaria e di accessi ingestibile senza aiuti esterni.

Ed eccoci qui. Dila e' una citta' posta in un'oasi rica di acqua in mezzo ad un deserto. Ecco perche' la gente del Corno d'Africa passa di qua'.

E' una citta' di 40.000 abitanti dediti alla coltivazione del caffe', pastorizia e culture varie, che in pochi mesi a quadruplicato il numero delle persone presenti. Pensa cosa vuol dire per la situazione sanitaria, l'acqua, rifiuti e il cibo. Non sono piu' sufficienti per nessuno.

Il governo locale tenta di dare una risposta, ma come sappiamo ha molti fronti interni di criticita'.

Da pochi giorni ho visto il WFO attivarsi, finalmente!

La mia giornata la passo prevalentemente in "clinica", vedo solo io dalle 50 alle 70 persone, altrettante ne vede una collega filippina e poi ci sono i "locali": quindi 200 persone. In qualche momento sono chiamato per delle emergenze ... cerchiamo difare il possibile con quello che abbiamo.

Capisci che le patologie prevalenti sono tropicali, vedi malaria o infestazioni intestinali varie da parassiti, ma chi prevale e' il tifo e il paratifo. Queste malattie non guardano in faccia nessuno: neonati, bambini, mamme, uomini, anziani ... non hanno alcuna remora.

Ma come detto non mi lamento.

Con i 2650 euro che ho fatto superare la frontiera (con qualche

difficolta') sono gia' state acquistate 700 tende contro le zanzare e scatoloni di CAF (farmaco contro il tifo e molte altre infezioni). Le tende sono costate 850 euro. Il CAF costa 0,40 euro a confezione: 2500 confezioni x 2500 persone: 1000 euro. Con gli altri 800 euro sono stati comperati latte in polvere, cereali e polivitaminici per adulti a sacchi!

Come previsto e' stata una manna dal cielo, anzi dall'Italia, o meglio da Pagnano, Asolo e Pedemontana.

Grazie di tutto

mauro migliorini

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article

commentaires

carmen 31/01/2012 23:02


Like!


Carmen