Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
14 janvier 2011 5 14 /01 /janvier /2011 09:51

Spelix1.jpgCostruito in forma di giallo, il romanzo è ambientato in un quartiere romano. I personaggi sono alcuni abitanti nativi, delle persone immigrate, due gattare, un veterinario polacco, un carabiniere atipico, un piccolo speculatore, una cricca di criminali prestigiosi e potenti, quattro cani e la colonia felina del quartiere. Un vecchio anarchico, erudito ed eccentrico, è l’alter ego della voce narrante, un’archeologa gattofila.

Protagonista è il gatto Spelix: è lui che dipana la trama dell’omicidio, grazie al fiuto straordinario e all’abitudine di raccogliere oggetti da regalare alle sue protettrici. Spelix è un apologo, molto aderente alla realtà, sulle derive intolleranti e autoritarie della città e del Paese: il declino dell’amore e della protezione dei gatti va di pari passo con la crescita del disprezzo e dell’ostilità verso gli estranei e i diversi

 

amore per i diversi .... siano essi animali o umani

il delitto rimane in sottofondo, come una scusa per poter parlare e raccontare dei "diversi umani"

la colonia felina del quartire, curata e amata da alcuni abitanti e continuamente danneggiata e presa di mira da qualcuno che amante degli animali non è .....la storia di questi gatti è raccontata per raccontare soprattutto un'altra convivenza del quartiere

i diversi umani ... siano essi Cinesi, Marocchini, Indiani e quanto altro .... si racconta la loro vita, le speranze e le difficoltà del vivere in un Paese cosi difficile com'è il nostro

un delitto che viene subito imputato proprio ad un extracomunitario, perchè in fondo si capisce subito che è stato lui

viene però mano a mano ripreso e la realtà cosi evidente non risulta poi tale, un'altro poco amato dagli umani, un gatto abbandonato porterà alla fine alla soluzione del caso

ma quanto siamo prevenuti? leggendo questo libro ti trovi veramente a menar la testa e ti accorgi come in fondo il razzismo verso i diversi sia cosi ben radicato in noi

e come invece sia molto facile con dei semplici gesti che non costano nulla vivere tutti in armonia

bel racconto dalle tante sfumature compreso il parlare romanesco

e un complimento alla scrittrice per il suo "perfetto" italiano

in questo libro ho trovato termini che non si usano più e che per molti sono di difficile comprensione

si sa .... si vive nell'era degli sms striminziti

brava a farci ricordare che l'italiano è una lingua bellissima

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires