Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
20 juillet 2011 3 20 /07 /juillet /2011 10:18

tartadivinegrande.jpgUn mondo appoggiato sulla schiena di 4 elefanti a loro volta appoggiati sulla schiena di un’enorme tartaruga che nuota nello spazio e una sola domanda… “Ma la Tartaruga… di che sesso è?” Un Mondo in cui ci si può aspettare l’impossibile. Dove le cose più strane accadono alle persone migliori. Come Brutha, un Monaco che desidera solo occuparsi del suo campo di meloni. Fino al giorno in cui ode la voce di dio chiamare il suo nome. Di un piccolo dio, a essere sinceri. Ma dannatamente autoritario!

c'è una notevole vena acida dietro questo romanzo, un chè di accusa a tutte le caste religiose

gli dei ne vengono fuori stupidi e viziati, persone che perdono il loro tempo a cercare di essere superiori ad altri, giocando con la vita degli uomini

piccoli dei fatti di nulla che si fingono grossi e forti perchè si sa con la paura si ottiene potere

ma non sanno distinguere il bene dal male .... ciò che è giusto da ciò che è sbagliato

ed in nome di questa loro stupidità gli esseri umani combattono vere e proprie guerre

non sfugge leggendo quanto ci sia di reale in questo libro, se pur frutto di fantasia non si può non notare come tutto sia invece cosi attuale

è disarmante

è forse il libro di Pratchett con il quale ho letto meno, proprio perchè in fondo troppe cose le ho riconosciute come reali

 

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires