Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
28 février 2012 2 28 /02 /février /2012 08:00

(12° libro finito -2012)

the-help1.jpgÈ l'estate del 1962 quando Eugenia "Skeeter" Phelan torna a vivere in famiglia a Jackson, in Mississippi, dopo aver frequentato l'università lontano da casa. Skeeter è molto diversa dalle sue amiche di un tempo, già sposate e perfettamente inserite in un modello di vita borghese, e sogna in segreto di diventare scrittrice. Aibileen è una domestica di colore. Saggia e materna, ha allevato amorevolmente uno dopo l'altro diciassette bambini bianchi, facendo le veci delle loro madri spesso assenti. Ma il destino è stato crudele con lei, portandole via il suo unico figlio. Minny è la sua migliore amica. Bassa, grassa, con un marito violento e una piccola tribù di figli, è con ogni probabilità la donna più sfacciata e insolente di tutto il Mississippi. Cuoca straordinaria, non sa però tenere a freno la lingua e viene licenziata di continuo. Sono gli anni in cui Bob Dylan inizia a testimoniare con le sue canzoni la protesta nascente, e il colore della pelle è ancora un ostacolo insormontabile. Nonostante ciò, Skeeter, Aibileen e Minny si ritrovano a lavorare segretamente a un progetto comune che le esporrà a gravi rischi. Il profondo Sud degli Stati Uniti fa da cornice a questa opera prima che ruota intorno ai sentimenti, all'amicizia e alla forza che può scaturire dal sostegno reciproco. Kathryn Stockett racconta personaggi a tutto tondo che fanno ridere, pensare e commuovere con la loro intelligenza, il loro coraggio e la loro capacità di uscire dagli schemi alla ricerca di un mondo migliore.

un inno alla Giustizia ..... all'amicizia ... al coraggio ... alla voglia di cambiare

in quegli anni saturi di cambiamenti in un America che vuole andare avanti, ci ritroviamo in questo paesetto dove tutto sembra essersi fermato e dove la discriminazione la fa da padrona

ma non solo quella di bianchi verso neri .... neri che devono vivere in altra zona della città, neri che devono lavorare per i bianchi e non viceversa, nere che da generazioni sono le governanti delle famiglie bianche e che devono sopportare ogni sopruso .... insomma non solo nei confronti di due popoli di colore diverso ma anche .... e qui tutto diventa più subdolo fra gli stessi bianchi benpensanti

donne che studiano solo per arrivare all'età di marito, perchè il loro destino sarà quello di provvedere alla famiglia e impegnarsi in tutte quelle faccende "sociali" e discriminazioni che rendono, secondo loro, la loro città una città perfetta

donne che non devono lavorare ..... che non devono accudire i figli (ci sono governanti per questo) non devono fare la spesa ne cucinare ...... devono impegnarsi solo ad organizzare feste ... raccolte di beneficenza o il bridge dalle amiche per poter spettegolare

e guai a chi cerca di uscire da tutto questo ... a chi cerca uno sbocco diverso

è questo che si trova in questo libro ... una bianca che vuole scrivere, che vuole qualcosa di diverso per la proprio vita e che poco accetta le stupide regole dettate da donnicciole arriviste .... e le nere, quelle che subiscono tutte le angherie possibili ...

nasce un'amicizia, di quelle vere, il rispetto, la complicità, l'altruismo .... ognuna di loro si mette in gioco, in gioco pericoloso, per il bene di tutti

bello ... anzi bellissimo

e lo stesso devo dire del film che ne hanno tratto

 

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article

commentaires