Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog
28 février 2012 2 28 /02 /février /2012 08:00

(12° libro finito -2012)

the-help1.jpgÈ l'estate del 1962 quando Eugenia "Skeeter" Phelan torna a vivere in famiglia a Jackson, in Mississippi, dopo aver frequentato l'università lontano da casa. Skeeter è molto diversa dalle sue amiche di un tempo, già sposate e perfettamente inserite in un modello di vita borghese, e sogna in segreto di diventare scrittrice. Aibileen è una domestica di colore. Saggia e materna, ha allevato amorevolmente uno dopo l'altro diciassette bambini bianchi, facendo le veci delle loro madri spesso assenti. Ma il destino è stato crudele con lei, portandole via il suo unico figlio. Minny è la sua migliore amica. Bassa, grassa, con un marito violento e una piccola tribù di figli, è con ogni probabilità la donna più sfacciata e insolente di tutto il Mississippi. Cuoca straordinaria, non sa però tenere a freno la lingua e viene licenziata di continuo. Sono gli anni in cui Bob Dylan inizia a testimoniare con le sue canzoni la protesta nascente, e il colore della pelle è ancora un ostacolo insormontabile. Nonostante ciò, Skeeter, Aibileen e Minny si ritrovano a lavorare segretamente a un progetto comune che le esporrà a gravi rischi. Il profondo Sud degli Stati Uniti fa da cornice a questa opera prima che ruota intorno ai sentimenti, all'amicizia e alla forza che può scaturire dal sostegno reciproco. Kathryn Stockett racconta personaggi a tutto tondo che fanno ridere, pensare e commuovere con la loro intelligenza, il loro coraggio e la loro capacità di uscire dagli schemi alla ricerca di un mondo migliore.

un inno alla Giustizia ..... all'amicizia ... al coraggio ... alla voglia di cambiare

in quegli anni saturi di cambiamenti in un America che vuole andare avanti, ci ritroviamo in questo paesetto dove tutto sembra essersi fermato e dove la discriminazione la fa da padrona

ma non solo quella di bianchi verso neri .... neri che devono vivere in altra zona della città, neri che devono lavorare per i bianchi e non viceversa, nere che da generazioni sono le governanti delle famiglie bianche e che devono sopportare ogni sopruso .... insomma non solo nei confronti di due popoli di colore diverso ma anche .... e qui tutto diventa più subdolo fra gli stessi bianchi benpensanti

donne che studiano solo per arrivare all'età di marito, perchè il loro destino sarà quello di provvedere alla famiglia e impegnarsi in tutte quelle faccende "sociali" e discriminazioni che rendono, secondo loro, la loro città una città perfetta

donne che non devono lavorare ..... che non devono accudire i figli (ci sono governanti per questo) non devono fare la spesa ne cucinare ...... devono impegnarsi solo ad organizzare feste ... raccolte di beneficenza o il bridge dalle amiche per poter spettegolare

e guai a chi cerca di uscire da tutto questo ... a chi cerca uno sbocco diverso

è questo che si trova in questo libro ... una bianca che vuole scrivere, che vuole qualcosa di diverso per la proprio vita e che poco accetta le stupide regole dettate da donnicciole arriviste .... e le nere, quelle che subiscono tutte le angherie possibili ...

nasce un'amicizia, di quelle vere, il rispetto, la complicità, l'altruismo .... ognuna di loro si mette in gioco, in gioco pericoloso, per il bene di tutti

bello ... anzi bellissimo

e lo stesso devo dire del film che ne hanno tratto

 

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
27 février 2012 1 27 /02 /février /2012 09:42

(11° libro finito - 2012)

due-uomini-e-un-furgone.jpgAnche quest'anno, come sempre, a Londra si celebra il Mobile Meet, il raduno di tutte le biblioteche itineranti del Paese. E Tundrum non intende mancare a un simile appuntamento. Così, Israel si ritrova a bordo di un traghetto per Liverpool con l'ormai inseparabile compagno di avventure Ted, e il suo cane, alla guida del vecchio Bibliobus alla volta della capitale. Ma l'entusiasmo di Israel, che non vede l'ora, finalmente, di riabbracciare Gloria e di bere un caffè come si deve, è destinato a durare ben poco. Appena arrivati a Londra, infatti, il furgone scompare. Rubato. Ma chi può mai avere interesse a trafugare un Bedford arrugginito, vecchio di trent'anni, pieno di libri? E perché Gloria non si fa sentire né risponde alle sue telefonate? Ma, soprattutto, chi li aiuterà nelle indagini? Ha inizio, così, un paradossale viaggio nella campagna inglese alla ricerca del Bibliobus scomparso, durante il quale Israel incontrerà parenti e amici, colleghi e luoghi di un tempo Gloria invece è proprio sparita - ma solo per scoprire che tutto è cambiato, che Israel Armstrong non ha più un suo posto dove stare, lì a Londra, e che forse è giunto il momento di tornare a casa... a Tundrum.

praticamente nella quarta di copertina viene già raccontato tutto il libro ... compreso il finale

però devo dire che questo mi è piaciuto più del secondo, qui si ritrovano più ironia e più situazioni paradossali, cose che avevano fatto la fortuna del primo libro della saga

a far da padroni in ogni caso sono come sempre i personaggi, i più strani (ma forse anche i più normali) che uno possa pensare

e le roccambolesche avventure per recuperare il furgone sono sempre più esilaranti

si dai ... la saga continua e a me continua a piacere

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
9 février 2012 4 09 /02 /février /2012 08:00

(10° libro finito - 2012)

 

arancia-meccanica.jpgAlex è un eroe dei nostri tempi: un teppista sempre pronto a tirar fuori ilcoltello, capo di una banda di duri che ogni sera, sui marciapiedi deisobborghi, ripete il gioco della violenza: rapine, stupri, scassi, assalti ainegozi, scontri con altre bande. Finché Alex, che si interessa solo aBeethoven, viene tradito dai suoi amici durante una delle tante sue imprese.Le terapie di rieducazione, non meno violente, lo ridurranno a un'aranciameccanica, in balia delle sue antiche vittime, in una girandola di situazionigrottesche e paradossali

 

Oh deliziosa delizia e incanto. Era piacere impiacentito e divenuto carne. Come piume di un raro metallo spumato, o come vino d'argento versato in nave spaziale. Addio forza di gravità, mentre slusciavo... quali visioni incantevoli!

si può cominciare con il dire che chi ha amato il film non può che adorare questo libro.

si può continuare con l'avvertenza di resistere, si resistere alle prime pagine, perchè lo slang pazzesco con cui si esprime Alex è ben presente anche nel libro, ma se nel fim diventa subito di facile comprensione, nel libro ti disarma .... è come prendere uno schiaffo in faccia .... non per niente appena cominciato ho commentato dicendo "fosse scritto ina rabo o in cinese per me sarebbe uguale ..... non ci riesco"

poi non mi sono lasciata abbattere e ci sono finita dentro ..... peccato che conoscendo a memoria il film avessi sempre davanti le scene cosi come le ho viste e la mia fantasia abbia galoppato poco

oltre allo slang, c'è da spendere anche qualche parola sulla violenza raccontata, che non è quella dei thriller e dei soliti cadaveri fatti a pezzi e cosi via, no qui c'è la violenza "domestica" quella che fa più paura perchè ne siano tutti esposti ..... la violenza che piace, che Alex adora quanto la musica classica ..... la sofferenza degli altri come regola di vita

e mano a mano che vai avanti finisci con l'affrontare anche altro ..... chi nasce violento lo rimane per sempre o può redimersi da solo? può un bel giorno cambiare idea e cambiare vita?

o dobbiamo noi società inculcargli a forza i buoni sentimenti e il rigetto totale per ogni forma di violenza?

siamo noi padroni di poter cambiare la natura umana?

uuuuuuuuuu..... quanto ci sarebbe da dire su questo libro

ma mi fermo e dico solo ..... va letto .... ormai fa parte di quei libri che almeno una volta nella vita vanno letti

 

Stai attento Dim se della vita la continuazione a cuor ti sta!

 

E d'un tratto capii che il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione

 

È buffo come i colori del vero mondo divengano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
8 février 2012 3 08 /02 /février /2012 08:00

(9° libro finito -2012)

 

la-taverna-del-doge-loredan.jpgA Venezia, in un'antica palazzina, Schultz, editore e tipografo di discreta fama locale, è intento alla ricerca di un manoscritto scomparso, finito chissà come in cima a un armadio. Ma tra polvere e vecchie lettere, ecco emergere un libro misterioso, privo di titolo e nome dell'autore. Gli basta dare un'occhiata alle pagine scure e ammuffite per essere trascinato in un mondo antico, fatto di intrighi, duelli, amori e tradimenti. La storia che si snoda davanti ai suoi occhi è ambientata a Londra quasi due secoli addietro e ha per protagonista Jacob Flint, un giovane gentiluomo inglese con la passione per le mogli altrui. Tuttavia Schultz vi avverte inquietanti analogie con la propria vita, come se il testo scritto tanto tempo prima parlasse di lui.

 

è un gioco, leggere questo libro è come mettersi fra due specchi e vedere l'immagine riflessa più e più volte senza sapere più quale sia quella reale.

è un gioco dove il lettore è lettore ma anche scrittore....

ambientato tra Londra e Venezia (o il contrario?) all'inseguimento di un amore (una donna) ma anche di un rivale ... o più rivali

è a volte difficile da seguire ...... tra alterego e personaggi veri ..... tra personaggi immaginari e situazioni strane

tra cose lasciate a metà ..... e cose fin troppo chiare

leggere questo libro è come fari prendere da una folata di vento e lasciarsi portare in giro a guardare dall'alto il mondo

strano .... ma proprio per questo fuori dal comune ....

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
7 février 2012 2 07 /02 /février /2012 08:00

(8° libro finito - 2012)

lezioni-di-morte.jpgJane Rizzoli, detective della polizia di Boston, pensa di aver vinto la sua battaglia più difficile: il serial killer soprannominato "il Chirurgo" è inprigione e non potrà più nuocere. Ma si sbaglia. Viene, infatti, convocata per investigare su una nuova serie di orribili delitti. Le vittime sono sempre due, di solito una giovane coppia, massacrata seguendo un unico, macabro rituale. Gli indizi avvicinerebbero la tecnica del nuovo maniaco a quella del Chirurgo. Ma come è possibile se questi è in prigione? Forse un mitomane che imita le gesta del suo folle modello? Forse dietro tutto c'è un segreto ancora più orribile, una verità che l'FBI vuol nascondere a tutti i costi...

 

l'ombra (e non solo) del Chirurgo è sempre presente, la Rizzoli la sente e la sentiamo anche noi leggiamo

la prima cosa che ti viene da pensare è che è fin troppo facile a volte per qualcuno mentalmente dissociato fare di un assassino il proprio eroe e scatenare in lui voglie innaturali di emulazione.

Naturalmente ci sono cadaveri e un assassino, ma è da brivido ..... sarà per l'argomento trattato ma è veramente da brivido

la Gerrinsten non si smentisce mai ..... questa volta l'assassino è il "dominatore" chissà perchè .....

seconda puntata della saga Rizzoli/Isles

la prima in cui compare appunto Maura Isles ma anche il carismatico Gabriele Dean .....

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
6 février 2012 1 06 /02 /février /2012 08:00

(7° libro finito -2012)

 

il-poliziotto.jpg"Il Poliziotto e la Cuoca (Mr. Policeman and the Cook) di Wilkie Collins, traduzione a cura di Donatella Salviola.Il poliziotto e la cuoca è un breve racconto di Collins sulla vendetta, l’omicidio e l’indagine. Chi ha ucciso Zebedee? era il titolo originale. Sul letto di morte, il narratore descrive un caso di omicidio in cui si è trovato coinvolto da giovane all'inizio della sua carriera da poliziotto.John Zebedee è trovato morto, squartato, sul suo letto e nonostante la moglie confessi di esserne colpevole il caso non viene chiuso.Il narratore prosegue nelle indagini e scopre un'arma che incriminerebbe la cuoca Priscilla. Il poliziotto confessa di aver infangato le prove perchè era innamorato di Priscilla e non voleva che la impiccassero."

 

mai letta indagine più veloce e più facile, complice un "colpo di fortuna", si arriva subito alla conclusione ...... si legge in un fiato ed è carino

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
27 janvier 2012 5 27 /01 /janvier /2012 08:00

(6° libro finito -2012)

sherlock-holmes.jpg«Uno studio in rosso», «Il segno dei quattro», «Il mastino dei Baskerville», «La valle della paura»: quattro casi enigmatici e, a prima vista, insolubili per l'infallibile Sherlock Holmes.

Nel 1887 un medico scozzese, Arthur Conan Doyle, dà vita a uno dei detective piú famosi di ogni tempo e letteratura. Eccentrico, arrogante, geniale, Sherlock Holmes, insieme con il suo fidato amico, il dottor Watson, tra le pareti del confortevole appartamento al 221B di Baker Street, risolve con logica deduzione i casi piú misteriosi, gli enigmi piú oscuri, gli omicidi piú agghiaccianti, servendosi di ogni piú piccolo e apparentemente insignificante dettaglio. Storia dopo storia, Holmes mette a segno la sua brillante intelligenza smascherando un insospettabile omicida in «Uno studio in rosso», occupandosi di un misterioso fatto accaduto molti anni prima a migliaia di chilometri di distanza ne «Il segno dei quattro», svelando una strana e antica maledizione ne «Il mastino dei Baskerville», districando il bandolo di un inspiegabile delitto in «La valle della paura».

 

evabbè .... qui non c'è storia ... ne commenti da fare

solo magari dire che io adoro questo personaggio ..... da anni e anni

e quale miglior regalo per me poter andare a casa sua???

ennò ... non c'è storia ......

solo qualche foto .... il resto nell'album di Pucciboy

 

221b

 221b-1.jpg

221b-2.jpg

221b-4.jpg

221b 3

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
26 janvier 2012 4 26 /01 /janvier /2012 08:00

(5° libro finito - 2012)

giro-di-vite.jpgE' il racconto di due bambini affidati alla servitù di una vecchia villa di campagna dove avvengono sconcertanti apparizioni. La genesi di questo romanzo breve è da attribuirsi a una storia di fantasmi narrata allo scrittore dall'arcivescovo di Canterbury Edward White Benson, ad Addington, la notte del 10 gennaio 1895. Del 'germe' originale del racconto rimane l'atmosfera di un Male incombente e immanente, resa ancor più intollerabile dall'ambientazione quasi pastorale e dal senso di pace e luminosità che questa sembra irradiare tutt'attorno. Grazie a questo contrasto, il terrore di James è un terrore psicologico; nasce dalla mente del narratore più che dalla descrizione dei fatti: sottile e modernissimo espediente che anticipa la sperimentazione letteraria del Novecento.

 

le risposte mancanti .....

James ti prende per mano e ti porta nel suo mondo fatto di fantasmi ..... Bambini che li vedono (o no?) governati che sanno (o no?) .... istitutrice che vede e capisce (o no?)

perchè il gioco sta tutto qui .... prenderti e portarti nella storia dandoti spunti per la soluzione ... e vero o non sarà vero?

ma ogni volta che vedi lo spiraglio della soluzione vieni riportato indietro e ancora le tue domande non hanno risposte .....

e non le avranno nemmeno alla fine

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
25 janvier 2012 3 25 /01 /janvier /2012 08:00

(4° libro finito - 2012)

 

il-viaggio-della-strega-bambina.jpgL'hanno rinchiusa in prigione per più di una settimana. Prima l'hanno fatta camminare a passo di marcia, su e giù, su e giù in mezzo a loro, per un giorno e una notte, finché non è più riuscita nemmeno a zoppicare, tanto aveva i piedi gonfi e sanguinanti. Non avrebbe confessato. Così hanno deciso di dimostrare che era una strega. Le pagine di un diario sono cucite dentro una trapunta. Una trapunta che giace indisturbata per oltre trecento anni, finché non viene aperta per essere pulita, e allora dalle sue pieghe cade una storia forte ed emozionante. La storia di Mary, nipote di una strega. Quando la nonna di Mary viene condannata a morte per stregoneria, Mary scappa per sfuggire allo stesso destino, prima nella campagna inglese e poi su una nave per l'America, dove spera di trovare una nuova casa, un luogo dove essere una persona nuova. Scopre però che non è facile fuggire e presto cade vittima di superstizioni e sospetti che potrebbero farle subire lo stesso fato di sua nonna. Mary è decisa a non farsi calpestare, torturare e uccidere per un crimine immaginario come la stregoneria. Uno sguardo

femminile sul mondo, una storia narrata con grande vividezza, come una ripresa cinematografica.

 

 

 

Mi chiamo Mary ... ho 14 anni .... e sono una strega

sarà vero?

questo libro è il racconto di un viaggio, un vero e proprio diario che inizia dal momento in cui Mary rimane sola fino al momento in cui ......

è un'attenta descrizione dei suoi sentimenti e delle sue idee, delle sue paure e delle sue verità

ma è anche un racconto su usi e costumi dell'epoca, sul viaggio verso un mondo nuovo a bordo di un luogo ristretto e sovraffollato come una nave

ma è soprattutto un racconto sulla vita di allora, dove vigeva sovrano il potere di uomini di chiesa corrotti e spaventati, dove la donna era vista come immagine del peccato e del potere del "maligno"

dove ogni sentimento diverso da quello dettato dalla legge ti portava al rogo .... dove essere donna era pericoloso fin dalla nascita, figuriamoci una donna che non china il capo e non accetta senza controbattere le imposizioni della comunità

dove anche la mancanza di pioggia doveva essere colpa di qualcuno e soprattutto colpa di una strega

Mary è sola ... non ha famiglia ... è bella e piace, suscita brame e antipatie

e ..... non c'è niente di più pericoloso di un'altra donna gelosa .... o di un uomo respinto

è tutto da leggere

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
24 janvier 2012 2 24 /01 /janvier /2012 08:00

(3° libro finito - 2012)

mind-the-pink.jpgRed Deprospero, un giovane astronauta con la passione per le belle donne e l'illegalità, rischia di perdere l'amata Laura per mano di Lester Phillis Pheud, vile contrabbandiere e profeta del nichilismo cosmico. Con l'aiuto di droidi, agenti pluridecorati ed ex pornostar, questo ragazzo dalla capacità cranica limitata riuscirà ad intrufolarsi nel covo del malvagio aguzzino, per affrontarlo in una lotta senza esclusione di colpi durante la quale egli si scontrerà, prima di tutto, contro le sue stesse paure. Non è vero, però fa figo.

 

Red possiede un cervello frullato. la sua stupidità è veramente surreale. e forse proprio per questo è molto divertente .... in un mondo futuro dove tutto dovrebbe essere scienza matematica numeri e grandi potenzialità, con lui cadiamo nella vita di quartiere fatta di bullismo, narcisismo (tutto muscoli e niente cervello) e ignoranza .... ma in fondo fatta anche di buone intenzioni e sani sentimenti.

si legge in un fiato, è un racconto breve in fondo ..... ma solo in formato e-book

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article