Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog
28 février 2011 1 28 /02 /février /2011 09:01

la-casa-corpi-sepolti.jpgInghilterra, Norwich. Tra le rovine di un'antica villa romana, appena portata alla luce dagli scavi, scintilla qualcosa di bianco. Ruth Galloway, archeologa forense, conosce bene quello scintillio. Si tratta di ossa. Appartengono a un piccolo scheletro umano. Ossa sorprendentemente simili a quelle che sono appena emerse durante la demolizione dell'orfanotrofio vittoriano della città vecchia. C'è un legame tra i due scheletri? Da quanto tempo la terra custodisce quei resti? Solo Ruth, esperta nella datazione di ossa antiche, è in grado di capirlo. Non è la prima volta che la donna si trova di fronte a macabri ritrovamenti di questo tipo. Ma stavolta il caso è ancora più complicato. C'è una sola persona in grado di aiutarla a trovare la verità: Harry Nelson, ispettore della omicidi e sua vecchia conoscenza. L'interrogatorio serrato al vecchio direttore dell'orfanotrofio, un sacerdote cattolico, rivela una sconvolgente verità: quarant'anni fa due bambini sono misteriosamente scomparsi, senza lasciare alcuna traccia. Il caso fu debitamente insabbiato. Appartengono a loro i due scheletri? Solo le ossa possono dirlo. Ruth lo sa bene: le ossa non mentono mai. Ma deve agire in fretta, perché mentre le prove si accumulano, si fa sempre più chiaro che qualcuno sta facendo di tutto per sviarla, spaventandola a morte... Un romanzo intrigante, fitto di misteri e verità oscure, che affondano le loro radici nelle profondità più inaccessibili dell'animo umano.

 

bentrovati Ruth e Nelson

secondo libro, stessi protagonisti

stessi luoghi .... ancora leggende e antichi riti propiziatori

ancora ritrovamenti di ossa .... e ancora una volta bambini

ma non stanca ..... sembra una ripetizione e invece poi ti trovi davanti qualcosa di nuovo

ancora piacevole da leggere e da seguire

e la storia fra i due protagonisti che un passetto alla volta va avanti e prende forma

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
24 février 2011 4 24 /02 /février /2011 08:33

Sentiero_dei_bambini_dimenticati2783_img.jpgInghilterra, North Norfolk. Nelle desolate paludi salmastre regna una calma piatta e terribile. La mano che lentamente riemerge dal fango, durante gli scavi, è piccola e leggermente chiusa. Un braccialetto che sembra fatto d'erba cinge il polso esile. Da quanto tempo le sabbie del Saltmarsh custodiscono queste ossa? Ruth Galloway è abituata a confrontarsi con la morte e le sue testimonianze, e è l'unica in grado di sciogliere l'enigma. Professoressa di archeologia forense, specialista nella datazione delle ossa antiche. La sua è un'esistenza indipendente ma piuttosto monotona, movimentata solo dalla lotta contro la bilancia e i genitori invadenti. Almeno fino a quando l'ispettore Harry Nelson non decide di coinvolgerla nelle indagini. Il caso irrisolto della piccola Lucy Downey, scomparsa da dieci anni, tormenta l'uomo; dal giorno della sparizione riceve inquietanti e enigmatiche lettere che alludono ad antichi rituali, sacrifici e divinità pagane. Le ossa restituite dalla palude sono antiche o potrebbero essere quelle di Lucy? Solo le analisi al carbonio 14 e gli scavi potrebbero dare una risposta. Ma bisogna fare in fretta, perché un'altra bambina è appena scomparsa e nuove lettere cominciano ad arrivare al dipartimento di polizia. Mettendo a repentaglio la sua stessa vita, Ruth non esita un attimo a lanciarsi a capofitto nell'inchiesta. Lei lo sa bene: le ossa non dimenticano. Mai. Nella loro memoria è nascosto il sentiero che porta alla verità. E anche alla salvezza.

 

è il primo libro su Ruth Galloway

ambientato nel NortFolk ... tra scavi archelogici, paludi salmastre, antiche leggende e antichi riti

si indaga su corpi di bambini ritrovati negli scavi e sparizioni sempre di bambini nella zona

un ispettore un pò burbero e una grassoccia archeologa

una bella accoppiata

bel libro, ben raccontata la storia, qualche colpo di scena e una sorpresa finale un pò prevedibile

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
16 février 2011 3 16 /02 /février /2011 08:20

Nonsolodueg.jpgLei è un’elasti-mamma, sempre più elastica, che continua a correre tra la redazione di un giornale economico e la casa a Felicity Place, barcamenandosi tra i bambini, il marito part-time, il lavoro a tempo pieno e il senso di colpa. Lui è Mister Wonder e continua a volare a Londra ogni settimana a studiare modelli matematici per l’abbattimento del sistema capitalistico, da buon economista marxista qual è. I loro hobbit sono cresciuti: quello grande, gaudente e seduttore, capelli come un casco di banane, occhi blu, una passione per Il Signore degli Anelli e le donne, in quest’ordine; e quello piccolo, torvo e diffidente, occhi tondi e neri come tunnel che chiude soltanto per ballare da solo, davanti allo specchio.

Sono l’elasti-famiglia più amata dai lettori e questo è il diario delle loro nuove «avventure»: una lunga trasferta americana, tra centri commerciali, asili ispirati al modello emiliano e follie varie; le corse in bicicletta dall’asilo all’ufficio e il sogno proibito del part-time; le partenze all’alba di Mister Wonder e le notti faticose; le fidanzate dell’hobbit grande e gli amici immaginari di quello piccolo; le gite pugliesi e le vacanze sudtirolesi… E la lunga, meditata, dubbiosa, gioiosa, felice strada che ha portato nell’elasti-casa… un terzo hobbit.

 

e la storia continua

la famiglia cresce e ora i bambini sono 3

il marito è sempre part time ... e la mamma più elastica del mondo continua a fare i salti mortali per mandare avanti il tutto

l'ironia è la stessa

la bravura nel raccontare gli episodi anche

in stile blog .... da dove del resto è nato tutto

ogni giorno una cosa a se

io la seguo da anni .... è divertente .... ti fa ridere

è una bellissima famiglia

come tante ce ne sono .... ma raccontata cosi è da non perdere

aggiungo ... scoperta di sabato scorso .... ora l'Elastimamma (Claudia De Lillo) scrive anche su Repubblica ..... precisamente ha una rubrica su D donne di Repubblica

non male direi

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
11 février 2011 5 11 /02 /février /2011 11:00

mozart.jpgSoltanto la sera prima, il 5 di dicembre, Wolfgang Amadeus Mozart si trovava sul letto di morte e ora invece si sveglia in una camera che non riconosce. I vestiti che indossa non sono i suoi, ma tutto comunque gli appare diverso, strano, bizzarro. Eppure si sente bene, come non si sentiva da tempo. Che quel luogo arredato in modo incomprensibile (luci che non sono originate da nessuna candela, musiche che non provengono da nessuno strumento, calore che si diffonde senza che vi sia alcun fuoco) sia l’anticamera del Paradiso? O forse quella dell’Inferno? Il Signor Mozart non lo sa, ma presto realizza che quello in cui si è svegliato non è più l’anno 1791, ma il 2006. L’unica spiegazione che riesce a darsi è che ciò sia accaduto per una ragione sovrannaturale e divina: perché possa infine terminare il suo Requiem lasciato incompiuto. Così Mozart inizia a vagare per la Vienna contemporanea cercando di nascondere come meglio può la sua reale identità e cavarsela pur senza soldi né documenti. Ma, anche ora, è la musica a guidare i suoi passi e a fargli fare la conoscenza del violinista polacco e artista di strada Piotr, che ne riconosce l’incredibile talento musicale e lo porta con sé. I due cominciano a suonare insieme, Mozart accompagna Piotr al pianoforte, suonando con straordinaria abilità la musica di compositori che non conosce: Tchaikovsky, Dvoràk, Strauss. Ma è il jazz in particolare ad affascinarlo, e il Blue Notes jazz club diventa il suo posto preferito. Il problema è che, chiaramente, Mozart non può rivelare a nessuno la sua reale identità, così è costretto a troncare sul nascere nuove amicizie che cominciano, a tenersi sempre un po’ distaccato dagli altri e dai loro sentimenti. Almeno fino a quando si innamora, ricambiato, di una ragazza, Anju, che resta incinta di lui. E quando infine il Signor Mozart si decide a completare il suo Requiem si accorge che un altro 5 dicembre sta per giungere… cosa accadrà adesso?

 

e cosa può succedere ad un grande musicista, dal genio incompreso, che vive di musica ogni suono della terra, se si ritrova in un'epoca dove i suoni sono centuplicati

dove le auto hanno sostituito i cavalli

dove volano gli aerei

dove la musica si ascolta da un dischetto che manda lampi di luce

dove si suona non solo nei teatri ma anche nei bar e nei pub

che tipo di influenza potrà mai avere su un musicista classico che crede di essere stato proiettato nel futuro per completare il suo famoso Requiem

spassoso questo libro ... soprattutto perchè Mozart rimane Mozart ..... genio scanzonato e molto folle

e un finale ...... che non si dice

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
10 février 2011 4 10 /02 /février /2011 08:11

un-perfetto-gentiluomo.jpgCentosessanta centimetri di incrollabile tenacia: è Jack Rosenblum, aspirante gentiluomo inglese. Che compila una lista completa degli usi e costumi britannici: impara che la marmellata si compra solo da "Fortnum & Mason", studia a memoria l'albero genealogico della famiglia reale, e si appassiona alle previsioni del tempo della BBC. Dal 1937, quando è sbarcato in Inghilterra, non parla più nemmeno tedesco, a parte qualche parolaccia nei momenti di estrema tensione. Perché Jack vuole a tutti i costi trovare un posto da chiamare nuovamente casa. Ebreo di Berlino, fuggito dalla Germania nazista con la moglie Sadie e la figlioletta, Jack è determinato più che mai a integrarsi nel Paese adottivo. E dopo anni di caparbia dedizione, gli rimane soltanto una voce da spuntare: diventare socio di un golf club. Quando l'ennesimo rifiuto stronca con impietosa freddezza le sue speranze, l'inesauribile Jack decide di costruirsi il suo green a nove buche. In men che non si dica vende la casa di Londra e convince Sadie a seguirlo in un cottage sperduto nelle campagne del Dorsetshire. I pittoreschi bifolchi locali accolgono i nuovi arrivati con un misto di curiosità e diffidenza, mentre Sadie invece di partecipare alla vita della comunità e imparare il bridge preferisce chiudersi in casa a cucinare le "torte che aiutano a ricordare". La missione sembra impossibile a tutti. A tutti ma non a lui, Jack Rosenblum, centosessanta centimetri di incrollabile tenacia...

 

un amore viscerale per l'Inghilterra

la voglia, il desiderio più sfrenato di farne parte, di essere riconosciuto come cittadino Inglese senza dubbio alcuno

questo spinge l'ebreo Jack a passare la sua vita a trasformarsi in inglese perfetto

culmine della sua bizzara idea creare un campo da golf tutto suo, visto che non viene accettato in alcun club

e qui inizia l'avventura tra pale e rastrelli, una buca alla volta, tra lo scherno dei paesani e vicini, tra i boicottaggi e le pur piccole gioie

accompagnato in questa sua pazzia dalla moglie, donna mite e ancor troppo accondiscendente, che rinuncia a tutto per amore suo e lo appoggia in questa impossibile impresa

il finale roseo è scontato, ma il romanzo si legge volentieri

si ride delle estrosità di Jack

si diventa tristi con lui quando le cose vanno male

si gioisce dell'amicizia di alcuni e ci si arabbia per l'astio di altri

si vive questa avventura con lui .... passo passo

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
14 janvier 2011 5 14 /01 /janvier /2011 09:51

Spelix1.jpgCostruito in forma di giallo, il romanzo è ambientato in un quartiere romano. I personaggi sono alcuni abitanti nativi, delle persone immigrate, due gattare, un veterinario polacco, un carabiniere atipico, un piccolo speculatore, una cricca di criminali prestigiosi e potenti, quattro cani e la colonia felina del quartiere. Un vecchio anarchico, erudito ed eccentrico, è l’alter ego della voce narrante, un’archeologa gattofila.

Protagonista è il gatto Spelix: è lui che dipana la trama dell’omicidio, grazie al fiuto straordinario e all’abitudine di raccogliere oggetti da regalare alle sue protettrici. Spelix è un apologo, molto aderente alla realtà, sulle derive intolleranti e autoritarie della città e del Paese: il declino dell’amore e della protezione dei gatti va di pari passo con la crescita del disprezzo e dell’ostilità verso gli estranei e i diversi

 

amore per i diversi .... siano essi animali o umani

il delitto rimane in sottofondo, come una scusa per poter parlare e raccontare dei "diversi umani"

la colonia felina del quartire, curata e amata da alcuni abitanti e continuamente danneggiata e presa di mira da qualcuno che amante degli animali non è .....la storia di questi gatti è raccontata per raccontare soprattutto un'altra convivenza del quartiere

i diversi umani ... siano essi Cinesi, Marocchini, Indiani e quanto altro .... si racconta la loro vita, le speranze e le difficoltà del vivere in un Paese cosi difficile com'è il nostro

un delitto che viene subito imputato proprio ad un extracomunitario, perchè in fondo si capisce subito che è stato lui

viene però mano a mano ripreso e la realtà cosi evidente non risulta poi tale, un'altro poco amato dagli umani, un gatto abbandonato porterà alla fine alla soluzione del caso

ma quanto siamo prevenuti? leggendo questo libro ti trovi veramente a menar la testa e ti accorgi come in fondo il razzismo verso i diversi sia cosi ben radicato in noi

e come invece sia molto facile con dei semplici gesti che non costano nulla vivere tutti in armonia

bel racconto dalle tante sfumature compreso il parlare romanesco

e un complimento alla scrittrice per il suo "perfetto" italiano

in questo libro ho trovato termini che non si usano più e che per molti sono di difficile comprensione

si sa .... si vive nell'era degli sms striminziti

brava a farci ricordare che l'italiano è una lingua bellissima

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
16 décembre 2010 4 16 /12 /décembre /2010 09:42

tristomietitoretea.jpgSi dice che al mondo niente sia inevitabile, tranne la morte e le tasse. Ma questo forse prima che Morte venisse licenziato in tronco. L'ultima cosa di cui un universo può aver bisogno è di un Tristo Mietitore disoccupato, perché quando un importante servizio pubblico viene a mancare la conseguenza è sempre il caos. Ora Mondo Disco pullula di zombie e non-morti. Reg Scarpa, attivista per i diritti dei defunti, improvvisamente ha molto più lavoro di quanto si sia mai sognato. E il mago Windle Poons, trapassato di fresco, si risveglia nella tomba scoprendo di essere... morto e vegeto. Ma proprio a lui e a un ben poco temibile gruppo di non-morti (Arthur Winkings, per esempio, era diventato vampiro dopo essere stato morso da un avvocato. Schleppel l'uomonero farebbe meglio il suo lavoro se non venisse colto da agorafobia appena fuori dal gabinetto. E Fratello Isolile, l'unica banshee al mondo con un difetto di pronuncia, invece di starsene sui tetti a gridare quando la gente sta per morire, fa passare sotto la porta un bigliettino con scritto 'OOOOeeOOOeecOOOeee') spetta il compito di salvare il mondo dei vivi. Nel frattempo in una piccola fattoria molto, molto lontana, uno straniero alto, scuro e allampanato si rivela particolarmente abile a maneggiare la falce. C'è tanto grano da falciare. E una battaglia diversa da combattere.

 

beh! erano anni che un libro non riusciva a farmi ridere cosi tanto, ma non una risatina silenziosa ..... veri scoppi di ilarità difficilmente contenibili.

Adoro questo libro, adoro Pratchett, adoro Morte

le battute si susseguono, e le scene irreali anche.

da una parte il mago Windle Poons che muore ma non muore, non è vivo e non è morto e cerca in tutti i modi di morire veramente

dall'altra l'invasione dei carrelli dovrebbero distruggere Mondo Disco

Morte che scopre quanto dolorosa ma meravigliosa è la vita di chi sa di dover morire

la morte dei ratti .....

personaggi unici e di una simpatia estrema

in un mondo fatto di ingenuità e di fiducia

e poi l'epilogo .... ma non lo racconto

è da leggere ..... veramente da leggere

- tratti dal testo originale

La luce crede di viaggiare più veloce di tutto, ma si sbaglia. Per quanto sia veloce, la luce scopre sempre che il buio è arrivato prima di lei, e l'aspetta

 

La signora Evadne Torta era una medium, tendente a small.

 

Non c'erano piccoli uomini nudi seduti sulla vetta a dispensare saggezza, perche' la prima cosa che un uomo veramente saggio capisce e' che stare seduti nudi sulla cima di un monte fa venire non solo le emorroidi, ma le emorroidi con i geloni.

Ogni tanto qualcuno scalava la montagna e aggiungeva qualche pietra al tumulo sulla cima, a riprova del fatto che non c'è nulla di veramente idiota che un umano non farebbe.

 

<<Senta>> sussurrò Ludmilla a Ridcully, <<è così che si comportano di solito i maghi?>>

<<Il Sommo Algebrico è un esempio eccezionale>> rispose lui. <<Ha lo stesso spiccato senso della realtà di una sagoma di cartone. Siamo fieri di averlo in squadra>>.

 

e ora non ci resta che leggere tutta la saga di Mondo Disco

anche perchè Mondo Disco è questo qui ..... ha qualcosa di familiare

mondo-disco.jpg

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
19 octobre 2010 2 19 /10 /octobre /2010 17:08

forbici-in-mano.jpgLa corsa di Augusten inizia a nove anni e non rallenta più per tutta l'adolescenza, incastrata tra quel grottesco insegnante di matematica alcolizzato che dovrebbe essere suo padre e una madre sofisticata e vanesia che sogna di vedere i propri versi pubblicati sul "New Yorker". Con le sue giacche blu navy, i capelli sempre laccati e il sogno glamour di diventare parrucchiere per dive o medico in una soap-opera, Augusten viene letteralmente scaricato dalla madre al dottor Finch, il suo psichiatra. Nella casa tutta rosa dove il dottore vive insieme alla moglie, appollaiata davanti alla televisione a sgranocchiare crocchette per cani, si aggirano i loro figli, sette tra biologici e adottivi, e tutti i pazienti variamente psicotici che entrano nella pink house e molto spesso decìdono di non uscirne più, di farsi adottare o di sedurre uno qualsiasi dei membri della famiglia.

 

il filo che divide la normalità dalla pazzia è sottilissimo e con un nulla può spezzarsi facendoti cadere nel baratro

nello stesso tempo trova fondamento quello che è sempre stato un mio pensiero: per fare lo psicologo bisogna essere dotati di una forma propria di pazzia

il libro è caotico, il racconto di una adolescenza che ... se da una parte è il sogno di tutti gli adolescenti, dall'altra è talmente assurda da non essere credibile

sembra più fatta per impressionare chi legge

questa ipotetica famiglia Finch che vive di piena libertà senza regole, senza soldi, senza pulizia, dove tutti i personaggi sono mentalmente compromessi, dove i ragazzini di 13 anni fanno sesso sfrenato, dove si mangiano crocchette per cani e si prevede il futuro guardando le feci del padrone di casa ...... è difficile che possa essere realmente esistita

visto anche che tutti i personaggi esterni che con essa vengono a contatto non sono "normali" .... ognuno ha qualche stranezza tutta sua

che sia allora che lo scrittore volesse faci vedere quante persone pazze ci sono in giro?

o che volesse farci vedere che la nostra normalità è invece talmente in minoranza da poter essere considerata pazzia?

boh ... fattostà che non mi ha preso .... non mi fa ridere ... e in alcuni pezzi mi disgusta

proprio perchè sembra scritto appositamente per creare disgusto

di tutt'altra pasta il film ... che ho voluto vedere assolutamente appena letto il libro .... ecco, il film è decisamente migliore

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
12 octobre 2010 2 12 /10 /octobre /2010 14:02

domanda: ma che hai fatto in tutto questo tempo?

risposta: un sacco di cose .... fra le quali leggere .... ho letto molto

e quindi ricominco il mio diario (sperando di non venire nuovamente interrotta) con un libro ..... quello che fra tutti i letti ultimamente mi è sicuramente piaciuto di più

 

smisefumaregrandeSe ti trovi a Londra, all’Angler’s Rest, magari verso l’orario di chiusura, non hai scampo: devi sapere che assieme al tuo bicchiere di whisky ti verrà servita una storia incredibile e divertente da parte del più instancabile fra i chiacchieroni del locale, il signor Mulliner.

Seduto accanto agli altri avventori, come Birra scura alla spina, Pesce persico e Doppio whisky e poca soda, farai conoscenza con la sterminata famiglia Mulliner, nipoti, cugini e lontani parenti compresi, sempre al centro di strampalate avventure.

 

una serie di racconti, brevi e intensi, veloci come guardare un film, colmi del più classico humor inglese

libro pubblicato per la prima volta nel 1929 ma per niente vecchio o stantio

anzi, se pur insieme di racconti ambientati nel primo '900, la sua comicità è molto accattivante

non si può non leggerlo e non ridere sotto i baffi, non si può non immaginare gli avventori del pub che cercano di sfuggire all'ennesimo racconto del Signor Mulliner senza riuscirci mai.

una serie di racconti tutti con un comune denominatore, l'amore e il corteggiamento, ma mai sentimento fu più simpatico.

qui si ride ..... ho amato fra tutti e più di tutti i racconti della terribile Roberta wick e dei suoi poveri spasimanti

per non dire del racconto che da il titolo al libro ..... l'uomo che smise di fumare

leggerlo ai giorni nostri, in piena campagna contro il fumo vi dirò che è una cosa veramente ridareccia

i libri di Wodehouse sono libri da leggere per tirarsi su il morale, per ritrovare il sorriso e passare delle ore piacevoli in serenità

da leggere..... assolutamente da leggere

 

"«Se volete sapere che ne penso, signori» riprese il signor Mullner, «dirò che, per un uomo, smettere di fumare non soltanto è sciocco: è imprudente. E' un gesto che risveglia il demone sopito in tutti noi. Smettere di fumare è diventare una minaccia per chi ci sta accanto. Non dimenticherò facilmente che cosa accadde nel caso di mio nipote Ignatius. Grazie a Dio la storia ha un lieto fine, ma...»"

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
8 septembre 2010 3 08 /09 /septembre /2010 10:04

xoxo_ebook_640.jpggrande invenzione ..... grandissima .......

fa gola a tanti e fra i tanti fa gola a me

considerando la grande voglia di leggere

considerando la grande mole di libri che ho in casa e la mancanza di spazio per altri nuovi

considerando anhe i costi .......

avere un E-book sarebbe la soluzione migliore .........

pratico lo porti ovunque ............

economico .. i libri costano meno

un archivio eccezzionale .... ne contiene come minimo 400

che vuoi di più??????

cosa in contrario?

punti contrari:

1) il costo ... non è proprio a portata di tutti e attualmente i costi sono troppo alti rispetto alla qualità dell'articolo

2) l'amore per la carta ..... quella sensazione di carta fra le mani e il vedere il libro

 

come risolvere allora la questione????

l'abbiamo trovata QUI

 

assolutamente da vedere

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article