Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog
21 mars 2012 3 21 /03 /mars /2012 08:22

Manuel-from-Angola.jpg

fonte: IL GAZZETTINO

 

Martedì 20 Marzo 2012,

Dall'Angola a Crespano per curare un bambino di 7 anni vittima della guerra.Una gara di solidarietà che vede in prima linea medici e infermieri dell'Usl 8 impegnati non solo professionalmente, ma anche finanziariamente per salvare da morte certa questo ragazzino. Manuel ha una ferita al volto provocata dalla guerra del 2005, ed è destinato a morire entro breve se non si procede con urgenza ad un intervento maxillofacciale per la ricostruzione. A portarlo in Italia, ci ha pensato, ieri, il dottor Aurelio Tommasi, direttore del Suem 118 di Crespano del Grappa, che nel suo tempo libero ha avviato un servizio analogo a quello pedemontano proprio a Luanda, capitale dell'Angola. Ed è in questi frangenti che è venuto a conoscenza della storia di Manuel che con i suoi genitori si è fatto a piedi 1200 chilometri in 5 anni per raggiungere la capitale dal loro villaggio e cercare di sfuggire alla guerra. Manuel, pur ferito, è uno dei pochi ragazzini scampati dagli orrori della guerra, ma se ora non si interviene chirurgicamente la sua morte è quasi certa.

Del caso, se ne è occupato Tommasi proprio mentre si trovava a Luanda, intento ad avviare un nuovo presidio medico in un luogo tra i più dimenticati della terra. Un caso, nonostante una vita passata nell'emergenza medica di tutti i tipi, che l'ha toccato a tal punto che ha deciso di tentare di fare qualcosa per salvare la vita a questo ragazzino sveglio, simpatico ed incredibilmente forte. Avuta una prima risposta concreta e positiva da colleghi ed infermieri dell'Usl 8, è ritornato in Angola a prendere Manuel e domenica sono arrivati in Italia, a Crespano. Oggi il bambino sosterrà una visita a Castelfranco con il dott. Procopio che si è impegnato ad operarlo a Padova nei prossimi giorni. Ci saranno spese mediche da sostenere e per questo sarà dato il via ad una sottoscrizione mentre per il soggiorno se ne son fatti carico alcuni medici e infermieri del Suem 118 di Crespano che stanno seguendo il caso in prima persona. Un bellissimo esempio di buona sanità.

IO

proprio un bell'esempio di buona sanità ..... ma soprattutto un bell'esempio di umanità, di solidarietà, di coraggio, di ... di tante cose e tutte positive

io sono orgogliosa di far parte di questa associazione, sono orgogliosa di avere come responsabili persone cosi "Grandi", sono orgogliosa del mio Doc e di tutti fra Dottori e infermieri che con lui stanno seguendo in prima persona non solo la sorte di Manuel ma  anche il servizio di emergenza creato in Angola

e come dico sempre ...... parlare di meno e agire di più

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
30 janvier 2012 1 30 /01 /janvier /2012 16:33

Mauro.jpgc'è chi fa il moralista e il "buono d'animo" solo a parole ...... blatera in continuo sulla povertà sulla fame nel mondo sui bambini che muoiono di fame e attacca contemporaneamente chi secondo lui/lei non fa abbastanza per questa situzione ...... ma in fondo sono parole e rimangono parole ...... e le parole volano e non fanno del male ma nemmeno fanno del bene

pieno di falsi buoni è questo mondo

però poi .... dall'altra parte c'è chi non parla mai ..... chi su questi argomenti ti liquida con due parole e ti vien quasi da pensare che magari non sia un buono ...... c'è chi sta zitto perchè preferisce fare, muovere le mani e non dare aria al cervello ..... c'è chi senza pensarci su due volte prende uno zaino e parte .... parte per fare quello che molti fanno solo a parole ..... per sporcarsi le mani sul campo per toccare le persone che stanno male e soprattutto per salvare la vita a quei bambini le cui foto girano in tutto il web solo per ricevere un "mi piace" e far sentire qualcuno un grande

a questa seconda categoria appartiene Mauro ..... lui va .... ogni anno va ..... lui affronta cose che sinceramente io con tutta la mia buona volontà non avrei il coraggio di affrontare ..... va .... gratis va .....

ora si trova in Etiopia ...... di lui abbiamo poche notizie in questi giorni e bramiamo il suo rientro per sentire i suoi racconti .... ma abbiamo ricevuto una copia di una lettera da lui mandata via mail ..... e io la voglio condividere con voi

grazie Mauro

 

Giovedi 26.01.2012

Caro don Giacomo;

mi sono giunti i tuoi saluti inviati tramite la Cristina.

Grazie.

Penso di vivere l'esperienza umanitaria piu' bella. Difficile da credersi che im mezzo a tanta tristezza, malattie, denutrizione ...

trovi gioia, sorrisi immensi, abbracci calorosi, strette di mano ...

voglia di giocare una partita di calcio ... tanto tanto calore non solo atmosferico ...

Incredibile le sensazioni che sto sentendo. Ho molto lavoro, vedo cose impensabili che lascero' descrivere da alcune foto ... pensa che per rispetto nei confronti di questi esseri umani a volte mi e'

difficile scattare una foto. Come posso scattare una foto ad un volto di un bambino pieno di mosche? No l'ho fatto per rispettare la sua dignita' umana e la sua sofferenza ... ma e' impresso nella mente e nel cuore.

Io opero in una struttura sanitaria in periferia di Dila, dove vediamo e curiamo sia profughi che popolazione locale. tale struttura e' stata fatta dalle suore salesiane ... ma si sono trovate in una situazione sanitaria e di accessi ingestibile senza aiuti esterni.

Ed eccoci qui. Dila e' una citta' posta in un'oasi rica di acqua in mezzo ad un deserto. Ecco perche' la gente del Corno d'Africa passa di qua'.

E' una citta' di 40.000 abitanti dediti alla coltivazione del caffe', pastorizia e culture varie, che in pochi mesi a quadruplicato il numero delle persone presenti. Pensa cosa vuol dire per la situazione sanitaria, l'acqua, rifiuti e il cibo. Non sono piu' sufficienti per nessuno.

Il governo locale tenta di dare una risposta, ma come sappiamo ha molti fronti interni di criticita'.

Da pochi giorni ho visto il WFO attivarsi, finalmente!

La mia giornata la passo prevalentemente in "clinica", vedo solo io dalle 50 alle 70 persone, altrettante ne vede una collega filippina e poi ci sono i "locali": quindi 200 persone. In qualche momento sono chiamato per delle emergenze ... cerchiamo difare il possibile con quello che abbiamo.

Capisci che le patologie prevalenti sono tropicali, vedi malaria o infestazioni intestinali varie da parassiti, ma chi prevale e' il tifo e il paratifo. Queste malattie non guardano in faccia nessuno: neonati, bambini, mamme, uomini, anziani ... non hanno alcuna remora.

Ma come detto non mi lamento.

Con i 2650 euro che ho fatto superare la frontiera (con qualche

difficolta') sono gia' state acquistate 700 tende contro le zanzare e scatoloni di CAF (farmaco contro il tifo e molte altre infezioni). Le tende sono costate 850 euro. Il CAF costa 0,40 euro a confezione: 2500 confezioni x 2500 persone: 1000 euro. Con gli altri 800 euro sono stati comperati latte in polvere, cereali e polivitaminici per adulti a sacchi!

Come previsto e' stata una manna dal cielo, anzi dall'Italia, o meglio da Pagnano, Asolo e Pedemontana.

Grazie di tutto

mauro migliorini

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
9 novembre 2011 3 09 /11 /novembre /2011 15:16

ambulanza-2.jpgAppello diretto a tutti i miei concittadini che leggono questo blog

anche se da tempo scrivo poco so che passano di qui e che mi spronano continuamente e riprendere i discorsi .....

Appello diretto ai vicini di comune ...... diciamo quelli compresi in un'area tra il massiccio del Grappa ..... fino ai comuni di Altivole, Caerano San Marco, San Zenone degli Ezzelini, Borso del Grappa, Valdobbiadene e ...  e perdonatemi se mi son dimenticata di alcuni .... insomma a tutti coloro che appartengono alle ULSS7 e ULSS8 della provincia di Treviso

direi in ogni caso che possono leggere tutti .... perchè si sa che leggere fa sempre bene .... avere informazioni fa sempre bene ..... conoscere anche realtà diverse dalla propria fa sempre bene ... insomma è un appello da leggere ... punto e basta

 

per farla breve serve acquistare una nuova ambulanza

ma che è una ambulanza?

il dizionario cita: veicolo per il trasporto urgente di malati o feriti

in pratica è:

- quel mezzo dalle fattezze di un furgone, solitamente bianco con varie scritte colorate, dotato di sirene e luci blu lampeggianti, dotato al suo interno di una vera e propria infermeria provvista di tutto il necessario per un pronto intervento medico

- quel mezzo con la scritta "ambulanza" al contrario sul cofano ...... detta scritta non è un errore di ortografia o di un poco attento addetto alle scritte .... ma è messa cosi appositamente perchè TU automobilista che sai a cosa serve lo specchietto retrovisore ... guardando in esso non debba pensare: "ma chè è sto robo che mi chiede strada?" ma possa senza difficoltà leggere "ambulanza nel verso giusto .... provare per credere

- quel mezzo che quando lo vedi circolare con le luci lampeggianti accese .... non lo fa perchè fa tanto happy hour o festa dell'allegrezza .... lo fa perchè in quel momento è in emergenza e necessita che TU automobilista faccia strada .... che ti metti di lato o che ti fermi (sempre in zona sicura anche per te) e che la lasci passare ..... naturalmente le luci blu sono accompagnate dalle sirene che TU autmobilista dovresti sentire ..... anche perchè si presume che se guidi tu abbia udito e vista in buono stato .... se poi te la trovi dietro che a tutto quanto sopra aggiunge anche uno strombazzare e il lampeggiare dei fanali vuol dire che non hai capito NULLA e che stai intralciando un soccorso pubblico

- quel mezzo che a volte sfreccia via veloce sulle strade e che TU automobilista poco educato usi per farti strada nel traffico ... accodandoti e passando via veloce non rispettando le regole della strada .... un'ambulanza non serve a questo e tu sei passibile di ritiro patente .... automobilista avvisato ......

ma diciamocela tutta ..... un'ambulanza è quel mezzo che porta immediato soccorso a persone sofferenti o vittime di incidenti (domestici o non) che necessitano in tutta fretta di professionisti medici al loro fianco e di conseguenza un immediato e veloce (o anche lento ... dipende dai casi) trasporto presso il più vicino ospedale

insomma un mezzo che serve a tutta la popolazione

come tutti i mezzi anche le ambulanze necessitano di manutenzione e sono purtroppo aimeè soggette ad usura e deterioramento ...... non sono eterne per capirci

e se da nuove sfrecciano veloci ci si può ritrovare invece con un mezzo vecchiotto che va più sul lento ..... per capirci il confronto fra la corsa di un ventenne e un nonnino zoppo di 90 anni

chi arriva prima?

tagliamo corto ......

la Pedemontana Emergenza in questo momento necessita dell'acquisto di un nuova ambulanza .......

e che me frega a me direte voi???

oddio .... può fregartene un nulla o può invece smuovere quel pochino di senso civico che sta dormicchiando dentro ma in fondo in fondo a te

dicevo .... c'è bisogno di un'ambulanza nuova ..... ma qui nasce il problema

perchè se negli anni passati i soldini giravano con molta più facilità .... ora ci si ritrova in tempi di ristrettezze in cui essi mancano ......

e si passa quindi ad un calo sulle donazioni piuttosto evidente ...... soprattutto ad una onlus come la nostra che passa velocemente da donazioni di qualche migliaia di euro a nemmeno un centinaio

ecco perchè non ci sono i soldi per un'ambulanza nuova ................ non ci sono donazioni = niente mezzo nuovo

e purtroppo non è che quando arrivi di corsa trafelato da un paziente che necessita delle tue prestazioni con un ritardo enorme tu possa dire .... scusa ma l'ambulanza non va

perchè rischi seriamente di ritrovarti ad essere tu l'infortunato  .... e senza nemmeno un'assistenza immediata

Tu cittadino dirai ..... ok ma che me frega a me?

va ben non te ne importa niente

ma se ti avanzano  .... tipo ..... 5 euro

quelli che usi per giocare al gratta e vinci .... e non vinci mai

quelli del pacchetto (mezzo forse) di sigarette che bene non ti fa .... ok ti rende meno nervoso ma credimi bene non ti fa

quelli che usi per mandare gli sms  per scegliere quale deficente del Grande Fratello deve uscire dalla casa

quelli che spesso ti rimangono in tasca e finiscono in lavatrice con i pantaloni

insomma proprio quelli ...... quelli che non ti fanno ricco ma nemmeno povero ......

e se non son 5 possono essere due .... e se sei ricco di famiglia o hai appena ereditato quelche miliardo dallo zio d'america possono anche essere 50 o 100

potresti donarceli .... perchè 5+5 fa 10 +altri 5 fa 15 e cosi via

fai tu!

so che non ti frega niente ..... ma per noi fa la differenza

 

sono riuscita a smuovere la persona gentile che è in te?

se si .... guarda ..... qui sotto incollo il fogliettino che faremo girare nei prossimi giorni .... ben scritto e con i dati per poter fare un bonifico

se poi vuoi dire che ci sei arrivato tramite me .... fammelo sapere ... sarò ben felice di offrirti un caffè!

e cmq in ogni caso GRAZIE ...... che tu ci dia qualcosa o anche no .... o anche solo per aver letto fino a qui

 

 

Lpedemontana.jpgL'Associazione PEDEMONTANA EMERGENZA ONLUS è nata alla fine del 2000 grazie ad una sinergia di forze date da un nutrito numero di volontari, rappresentanti delle amministrazioni pubbliche locali e professionisti.

L'esigenza era quella di sopperire ad una carenza di assistenza territoriale in caso di emergenze ed urgenze sanitarie.

Grazie alla collaborazione con il Suem 118 e l'Ulss è nata una convenzione che prevede la presenza dei mezzi di Pedemontana Emergenza affiancati dai mezzi istituzionali del 118, nonché la presenza dei volontari che affiancano il personale professionista in alcune fasce orarie giornaliere, nei giorni prefestivi e festivi.

In questo modo nel territorio Pedemontano e Asolano viene garantita la presenza dell'ambulanza.

Ora, come negli anni passati, per garantire un soccorso oltre che efficace anche sicuro, abbiamo la necessità di sostituire un'ambulanza che ha raggiunto i 195.000 Km.

 ambulanza.jpg

A tale scopo stiamo raccogliendo fondi dalle Amministrazioni Locali, ditte, privati cittadini.

Se anche lei vuole contribuire,non importa con che cifra (anche i piccoli granelli di sabbia messi insieme possono fare un deserto), la invitiamo ad eseguire un bonifico bancario al seguente indirizzo:

Veneto Banca

Filiale di Crespano del Grappa

IBAN: IT51 U050 3561 6500 1457 0081 130

con la motivazione: "acquisto ambulanza".  

 

Grazie dell'attenzione e della sensibilità

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
22 septembre 2011 4 22 /09 /septembre /2011 10:41

Dedicato a chi di pazienza dice di non averne più.......

a chi dice che in fondo è rogna ..... a chi sbuffa e pensa di non meritarselo .... a tutti coloro che troppo spesso dimenticano cosa gli altri hanno fatto per loro ..... e a tutti coloro che non sanno che con un pò di fortuna questo sarà anche il nostro futuro ......

vecchioSe un giorno mi vedrai vecchio: se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi … abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo. Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose … non mi interrompere … ascoltami, quando eri piccolo dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia finche’ non ti addormentavi. Quando non voglio lavarmi non biasimarmi e non farmi vergognare … ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perche’ non volevi fare il bagno. Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie, dammi il tempo necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico ho avuto tutta la pazienza per insegnarti l’abc; quando ad un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso … dammi il tempo necessario per ricordare e se non ci riesco non ti innervosire ….. la cosa piu’ importante non e’ quello che dico ma il mio bisogno di essere con te ed averti li che mi ascolti. Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo non trattarmi come fossi un peso, vieni verso di me con le tue mani forti nello stesso modo con cui io l’ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi. Quando dico che vorrei essere morto … non arrabbiarti un giorno comprenderai che cosa mi spinge a dirlo. Cerca di capire che alla mia età non si vive, si sopravvive. Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te che ho tentato di spianarti la strada. Dammi un po’ del tuo tempo, dammi un po’ della tua pazienza, dammi una spalla su cui poggiare la testa allo stesso modo in cui io l’ho fatto per te. Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io ti darò un sorriso e l’immenso amore che ho sempre avuto per te.

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
15 avril 2011 5 15 /04 /avril /2011 11:00

Vinitali o zoo? questo è il dilemma

se sia più nobile per l'anima portare i ragazzi a divertirsi ad una fiera o ad uno zoo

se sia intelligente usare un mezzo comunale per farsi i fatti propri o per fare quello che si fa di solito ?

mah .... ai posteri l'ardua sentenza .....

c'è chi dice che eravamo al Vinitali ...... e in molti ne sembrano convinti

e anche le foto lo possono dimostrare

in fondo .... guardandole .... a voi dove sembra che siamo?

 foto   

 http://www.facebook.com/album.php?aid=2119613&id=1344525234&l=d03fbc2aa4 

basta un click 

......

 

 

207829_2018289220585_1344525234_2422465_8324724_n-1-.jpg

216344_2018292580669_1344525234_2422470_6655652_n-1-.jpg

206389_2018299140833_1344525234_2422480_3088904_n-1-.jpg



Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
8 mars 2011 2 08 /03 /mars /2011 07:39

corsoGuida_e_festa_carnevae-387.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-388-copie-1.JPGcorsoGuida_e_festa_carnevae-445.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-441.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-403.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-404.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-405.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-407.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-408.JPGcorsoGuida_e_festa_carnevae-409.JPGcorsoGuida_e_festa_carnevae-399.JPGcorsoGuida_e_festa_carnevae-448-copie-3.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-446.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-435.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-432.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-429.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-411.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-423.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-427-copie-1.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-425.JPG

corsoGuida_e_festa_carnevae-414-copie-1.JPG

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
23 juin 2010 3 23 /06 /juin /2010 08:26

Il we scorso è stato pieno di eventi ..... un sabato e una domenica fitti fitti di cose da fare e tutte in ottima compagnia

ma vi voglio per prima cosa raccontare della grigliata di domenica

si era deciso da tempo di andare a fare una grigliata in compagnia sul Monte Tomba (TV) con il gruppo del Papavero Blu e il gruppo amico dei Fiori d'acqua

tutto organizzato nei minimi dettagli .... se non fosse che prevedere una giornata di sole di questi tempi è pura utopia

e infatti come nella migliore delle tradizioni fantozziane ....... niente sole ma abbondante pioggia

ma per fortuna la provvidenza è infinita

e grazie all'intervento di mediatore di Mauro il Gruppo Alpini di Asolo ci ha prestato la sua baita

il posto è incantevole .... in collina in mezzo ai boschi .... proprio dietro la famosa rocca

peccato naturalmente che non abbia smesso due secondi di piovere

ma noi si era al coperto ..... al caldo e con tutti i confort

cosa volere di più?

la giornata è filata via veloce .... tra canti balli disegni e animazioni varie

e poi ..... naturalmente lei ... la grigliata

devo dire che non riponevo grande fiducia nei nostri cuochi ..... soprattutto tenendo conto che non avevano mai cucinato .... ma devo dire che sono stati bravissimi e che tutto era cotto alla perfezione e ottimo

e ora qualche foto

FOTO DI GRUPPO

gruppo

UN GRAZIE AGLI ANIMATORI

intrattenitori.jpg

UN GRAZIE AI CUOCHI

cuochi.jpg

UN GRAZIE AI LAVAPIATTI

lavapiatti.jpg

E ALLA DONNA DELLE PULIZIE

donna-pulizie.jpg

E PER L'ALBUM COMPLETO QUI



Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
17 février 2010 3 17 /02 /février /2010 09:25
oggi .... Mercoledi delle ceneri
ieri Martedi grasso ...... ultimo giorno del periodo del carnevale .... con il saluto all'abbondanza agli scherzi alla goliardia
e l'ingresso del periodo di Quaresima

CARNEVALE ...... = carnem Levare
togliere la carne ....... ingresso al periodo di astinenza e digiuno appartenente alla religione Cristiana
il carnevale è in effetti una festa tradizionale legata proprio ai paesi di religione Cristiana

cmq sia ..... ciao ciao Carnevale
noi lo abbiamo salutato domenica insieme ai ragazzi del Papavero Blu
alla tradizionale festa che si tiene ogni anno
DSCN5569.JPG

i Papaveri si sono travestiti da ....... Sonnambuli
tutti in pigiama con tanto di cuscino
appena svegli in pratica
maschere poco costose ma simpatiche
DSCN5588.JPG

la festa è stata come al solito divertente .... sfrenata .... con balli ... sfilate .... giochi e premi per tutti
a questo punto i ringraziamenti a tutti i partecipanti e arrivederci all'anno nuovo ^____^
piccolo resoconto QUI

DSCN5594.JPG
ah! dimenticavo
il gruppo del Papavero Blu ha vinto il premio come gruppo più scatenato
considerando i pigiami ed i cuscini ...........................
DSCN5598.JPG
Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
20 janvier 2010 3 20 /01 /janvier /2010 11:29
... non voglio rompere, ma mi sembra corretto da quelle informazioni che nè i Tg, nè i giornali raccontano ... se non velocemente ... ricevo da una collega e posto nel gentile spazio concessomi dalla Tarta ...

Feriti in disperato bisogno di cure mediche d’emergenza stanno morendo a causa dei ritardi nell’arrivo delle forniture mediche.

20/01/2010

Port-au-Prince - A un aereo-cargo di Medici Senza Frontiere (MSF) con 12 tonnellate di equipaggiamenti medici, tra cui farmaci, kit chirurgici e due apparecchiature per la dialisi, è stato negato per ben tre volte il permesso di atterrare all’aeroporto di Port-au-Prince da domenica notte nonostante le ripetute garanzie. Il contenuto di questo cargo di 12 tonnellate costituiva la seconda tranche del precedente cargo di 40 tonnellate a cui era stato impedito di atterrare domenica mattina. Dal 14 gennaio, cinque voli umanitari di MSF sono stati dirottati dall’aeroporto di Port-au-Prince verso la Repubblica Dominicana. Questi aerei cargo trasportavano 85 tonnellate di materiale medico e beni di prima necessità.

Cinque nostri pazienti sono morti nell’ospedale che abbiamo allestito a Martissant per la mancanza del materiale medico-chirurgo che era contenuto nel cargo a cui è stato impedito di atterrare”, dichiara Loris de Filippi, coordinatore di MSF per l’emergenza a Haiti. “Non ho mai visto nulla di simile. Ogni volta che esco dalla sala operatoria vedo decine di feriti chiedere disperatamente di essere operate. Oggi ci sono 12 persone che hanno bisogno di interventi chirurgici di amputazione salvavita nell’ospedale di Choscal (nella bidonville di Cité Soleil, Port-au-Prince). Abbiamo terminato alcune apparecchiature chirurgiche necessarie per le amputazioni e siamo stati costretti a comprare una sega al mercato per continuare le amputazioni. Ce la stiamo mettendo tutta per correre contro il tempo”.

Più di 500 persone che avevano urgente bisogno di interventi chirurgici sono state trasferite dal quartiere di Martissant all’ospedale di Choscal, dove i team di MSF hanno effettuato più di 230 interventi chirurgici da giovedì. I team di MSF sono operativi dalle prime ore dal terremoto e questi aerei cargo sono vitali per continuare a fornire cure salvavita alle centinaia di vittime del disastro. In cinque diverse località di Port-au-Prince, MSF ha già curato più di 3000 persone e effettuato oltre 400 interventi chirurgici.

È come lavorare in guerra”, afferma Rosa Crestani, coordinatrice medica di MSF all’ospedale di Choscal. “Non abbiamo più morfina per alleviare il dolore dei pazienti. Non possiamo accettare che ai nostri aerei che trasportano kit medici d’emergenza, kit chirurgici necessari a salvare vite umane, continui a essere negato il permesso di atterrare e vengano dirottati altrove mentre i nostri pazienti stanno morendo. In questo momento la priorità deve essere data alle forniture mediche che stanno giungendo nel paese”.

Molti dei pazienti che sono stati estratti dalle macerie sono ad alto rischio di morte per setticemia e per le conseguenze della sindrome da schiacciamento, una condizione in cui i muscoli danneggiati o schiacciati dalle macerie rilasciano tossine nel sangue che vanno a danneggiare i reni e possono causare la morte per insufficienza renale. Le apparecchiature per la dialisi sono fondamentali per tenere in vita i pazienti in queste condizioni.

Altri due aerei con 26 operatori umanitari di MSF sono stati dirottati verso la Repubblica Dominicana. A oggi MSF è riuscita a far atterrare a Port-au-Prince cinque aerei cargo con 135 tonnellate di forniture mediche. Altri aerei con 195 tonnellate di materiale sanitario devono assolutamente atterrare nei prossimi giorni per permettere a MSF di continuare e incrementare le proprie attività di soccorso medico ad Haiti.

Mauro

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article
19 janvier 2010 2 19 /01 /janvier /2010 12:13

Dati e risultati aggiornati dell’intervento di MSF a Haiti

18 gennaio - ore 18

Vittime curate: oltre 3mila
Interventi chirurgici: oltre 400
Patologie più diffuse: politraumi, fratture, ustioni, ferite alla testa, gangrene (che richiedono amputazioni), sindrome da schiacciamanento e complicazioni varie.
Staff internazionale di MSF presente sul terreno: 165
Staff internazionale di MSF in arrivo: 48
Staff locale di MSF: 550
Aerei cargo di MSF già atterrati a Haiti: 4
Tonnellate di aiuti già arrivati sul terreno: 135
Aerei cargo che si trovano sul territorio della Repubblica Dominicana: 2
Tonnellate di aiuti contenuti da questi ultimi: 65
Aerei cargo che arriveranno sul terreno entro questa settimana: 6
Tonnellate di merce che trasporteranno: 195
Località di Port-au-Prince in cui MSF sta operando: Carrefour, Trinite, Pacot, Choscal (Cite Soleil), ufficio di MSF a Petionville, Martissant, chirurgia e nefrologia a Chancerelle.

Località fuori da Port-au-Prince in cui MSF sta valutando i bisogni per avviare operazioni di soccorso:

  • Saint-Marc, feriti non gravi ma in molti si stanno ammassando in questo luogo, centinaia di feriti nell’ospedale locale in cui MSF allestirà una sala operatoria appena arriverà il nuovo personale.
  • Leogane, Grand Goave and Petit Goave: vicino all’epicentro, molti feriti che necessitano di essere stabilizzati, MSF ha iniziato interventi chirurgici a Leogane.
  • Jacmel (raggiunta in elicottero):60% di distruzione, ospedale in parte distrutto ma parzialmente operativo con 400 feriti, un’equipe di MSF tornerà sul posto per interenti chirurgici.

 Mauro

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans volontariato
commenter cet article