Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
17 janvier 2011 1 17 /01 /janvier /2011 09:46

che_bella_giornata-19419146.jpgChecco, security di una discoteca della Brianza, sogna di fare il carabiniere ma viene respinto al colloquio. Grazie alla raccomandazione di uno zio presso il vescovo di Milano, si ritrova a lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo. Qui conosce Farah, una ragazza araba che si finge studentessa di architettura per avvicinare la Madonnina, ai piedi della quale medita in realtà di depositare una bomba per vendicare l'uccisione della sua famiglia. Checco abbocca immediatamente all'amo di Farah –lui pugliese di madre tarantina e lei “francese di madre bina”- ma quel che la ragazza non può immaginare è che la maggior minaccia per il prossimo e per il patrimonio artistico italiano è rappresentata da Checco stesso: un esplosivo connubio di ignoranza e beata, razzista ingenuità.

 

visto ben due volte, la prima io e Pucciboy .... pur non essendo il genere di film che amiamo vedere al cinema ... avevamo bisogno di un pò di allegria

la seconda ieri con il gruppo del Papavero Blu .... i ragazzi disabili hanno scelto questo film .... e devo dire che si sono veramente divertiti

la prima volta abbiamo riso dall'inizio alla fine .... la seconda .... pure

anche se le battute le conoscevamo .... anche se sapevamo cosa sarebbe successo ..... la comicità di Zalone ti prende ogni volta come se non lo avessi mai sentito prima

non mancano nel film però molti spunti per pensare ... perchè nella sua stupida/ingenuità checco batte la lingua sul dente che duole

vedi ...... ogni eprsona è libera di pregare il Dio che vuole

vedi ..... torno dall'Afghanistan appena finito di pagare il mutuo, mi danno 6.000,00 eur al mese ma che me frega a me!

vedi .... tu studi? qui non serve a niente

vedi ... l'amore non ha religione

vedi .... questa è la Patria per cui combatti

e via di seguito ..... se ci stai attento finisce che alcune cose alla fine ti fanno rabbia

perchè non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire e quando senti dire quello che già sai a volte non ti piace

 

Partager cet article

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans film
commenter cet article

commentaires

carmen 18/01/2011 00:10



Giusta la riflessione, e certo che poi quando ci pensi alle cose ti viene ancor piu' rabbia,  pero' dai, ogni tanto e' giusto e salutare farsi anche una semplice bella risata, io non sono
molto da cinema, da pigrona quale sono . . . aspetto che lo passino alla tele quindi tra qualche anno ;-)


ciao carmen



Fede 17/01/2011 12:08



... una sana risata spesso è la migliore delle medicine. La riflessione è qualcosa che dovrebbe essere insegnata più efficacemente fin dai banchi di scuola... anche se spesso è un'attitudine che
in molti si sforzano in tutti i modi di sopprimere prima in se stessi e poi nel prossimo...


Zalone lo seguivo sempre con piacere a Zelig, ma ammetto che dopo un po' la sua volgarità tende a stomacarmi... si può far ridere anche variando sul tema. Questo film mi stuzzica, ma penso che
aspetterò il dvd...


Baci


Fede



dori 17/01/2011 11:41



beh direi che è piaciuto anche a te, ho sentito solo pareri positivi. Spero di riuscire ad andare a vederlo prima o poi ma in questo periodo....è meglio lasciar perdere.


buona settimana Dori