Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog
27 avril 2009 1 27 /04 /avril /2009 08:35
Ebbene si! ce l'ho fatta!!!!!
13 km su e giù per le colline ...... sterrato duro e sterrato più facile ......in 3 ore e 35 minuti
un record!!!!
c'è stato il sole .... splendido e caldo
si stava veramente bene e la camminata è stata fantastica
i luoghi bellissimi ..... alcuni sconosciuto nonostante noi si abiti a due passi
peccato solo che la fotografica mi abbia abbandonato poco prima dell'arrivo
ufff
cmq piccolo reportage QUI ..... e
QUI
hanno partecipato circa 2500 persone .... cosi dicevano
tra i maratoneti dei 3 percorsi che erano 7 km - 12 km - e 21 km
naturalmente loro correvano su un anello diverso dal nostro ... li abbiamo incontrati solo nel tratto finale
e poi noi della camminata e quelli della nordic walking
che adesso spiegatemi voi che magari ne sapete di più
ma che razza di disciplina è???
e soprattutto vi sembra logico che questi in pienos entiero sterrato con salita imeprvia dove ti dovevi arrampicare praticamente .... dicevo che questi volessero corre muovendo le racchette e con ai piedi gli scarponi da montagna???
secondo me hanno capito male qualcosa!!!!

cmq per la modica cifra di € 6,00 .... abbiamo avuto l'iscrizione ..... una maglietta sponsorizzata dell'evento color verde chepropriononmipiace ...... diritto ad un mini panino all'arrivo .... più zucchero biscotti e da bere lungo il percorso .... bottiglia di sciroppo di menta gentilmente offerta dallo sponsor ..... due pacchetti di biscotti ..... cartina con il percorso ma tanto era segnalato benissimo ..... e una borsa piena di volantini pubblicitari
figo no?!?!?


Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
24 avril 2009 5 24 /04 /avril /2009 16:41
38° DUE ROCCHE
ecco dove andremo noi domani QUI
naturalmente non parteciperemo alla maratona
ma alla camminata storica
cioè
13 km sui colli asolani ..... dislivelli ... sentieri ... ecc. ecc.
naturalmente pioverà
naturalmente farà freddo
naturalmente ............................... non ce la farò mai!!!!!
lunedi il resoconto


Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
4 janvier 2009 7 04 /01 /janvier /2009 11:14
ogni tanto capita di sentirsi proprio stanchi
di aver bisogno di staccare la spina .... allontanarsi da tutto
in questo fin 2008 i Pucciston ci sono arrivati stremati
non è stato un anno favoloso ...... anzi diciamo pure che è stao disastroso su tutti i fronti
e allora .............. cosa si fa?
si va in montagna ..... si va dove regna il silenzio e la pace
si va dove si possono ricaricare le batterie
si va ................ in Trentino
ma soprattutto si va in uno dei nostri masi preferiti

si va dove c'è tanta neve ..... dove ti affacci alla finestra e vedi lo spettacolo della natura ...... si va dove solo a guardare l'orrizzonte ci si sente già meglio
si va dove ti accoglie una famiglia che ormai è diventata amica ..... dove Walter e rosy ti sanno coccolare con i loro modi familiari ..... dove due ex cuochi come loro ti sanno far gustare piatti della tradizione da leccarsi i baffi ...... dove i loro bimbi, Mattias e Lucas ti sanno far soridere ..... dove il loro cane Sam sa farti impazzire giocando con lui

si va dove amano i cavalli ..... ma dove per la troppa neve non si poteva andare a fare un giro a sella ...... ma si va dove le soluzioni si trovano sempre ..... dove un giro nei boschi si fa con la slitta trainata dal cavallo

insomma si va dove ci si può far coccolare .... dove si possono fare delle lunghe camminate nei boschi ..... insomma si va
QUI    ma anche QUI
Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
22 octobre 2008 3 22 /10 /octobre /2008 14:15
Domenica era una bellissima giornata di sole ........... dalle temperature niente affatto autunnali ....... anzi faceva caldo
I Pucciston si sono alzati e mentre facevano colazione hanno preso la decisione di andare a fare un giro in qualche Villa Veneta
per chi non lo sapesse il Veneto è ricco di Ville ......... moltissime delle quali sono visitabili e sono bellissime
La scelta è caduta su VILLA CONTARINI-CAMERINI a Piazzola sul Brenta
Questa è in assoluto la Villa più grande di tutto il veneto ........... la sua vista dall'alto ne rende perfettamente l'idea
.... tenendo anche conto che la sua piazza circolare è completata solo a metà
Si nota infatti una costruzione semicircolare che era adibita a foresteria ..... ma manca completamente la sua parte dirimpettaia ..... mai costruita
La villa fu costruita in più fasi .... senza stare qui a fare date e nomi che fanno tanto storia sui libri ..... più o meno la sua nascita e vita si può semplificare cosi:
La prima parte ad essere costuita fu la parte centrale .... sembra nata sulle rovine o fondamenta di un vecchio castello ...... Il nobile Contarini viene in possesso di questo possedimento tramite il matrimonio con la Maria Da Carrara che porta in dote praticamente tutta la zona di Piazzola. All'epoca nasceva la moda di passare l'estate in Villa (da cui villeggiatura) ..... i nobili, dopo aver passato l'inverno a Venezia .... si trasferivano in campagna ....... in primo luogo per controllare tutta la stagione dei raccolti agricoli, che si concludeva con la vendemmia ..... in secondo luogo per fare vita mondana ..... feste e festini in pompa magna .......... un pò i reaveparty di oggi
Allora viene prima di tutto costruita la parte centrale, dove risiedeva la famiglia ...... poi visto la grandezza delle feste che vi venivano fatte .... quindi per bisogno di spazio furono costruite le due ali laterali ...... prima quella di destra (guardando dalla piazza) e in un secondo luogo .... molto lontano visto che si tratta di metà ottocento .... la parte di sinistra
La facciata della villa è molto ricca di ornamenti tipici del periodo rococco in cui fu costruita ..... il restro invece è molto spoglio ..... ma all'epoca non era ancora di moda avere il parco per le passeggiate e le feste all'aria aperta ...... quindi non si sono sprecati a rendere bello anche il restro ma hanno lavorato alla grande sulla facciata principale .
Teniamo conto che il retro all'epoca si affacciava sui possedimenti agricoli e non sull'attuale parco
Con il passare degli anni la villa  finisce con il diventare un deposito agricolo .....acquistata poi dai Camerini viene restaurata in parte e successivamente viene acquistata dalla Associazione Ghirardi .... che la riporta com'è adesso ..... visitabile ...... dentro e fuori per la cifra di € 5,50 cad.
All'interno non si possono fare foto o riprese e quindi la Tarta si è limitata a fare foto nel parco
le visite sono guidate ed è un bene cosi si capisce molto della struttura ............... si visita tutto l'interno ..... le due ali laterali e la parte centrale ..... ci sono ancora parte dei mobili dell'epoca ...... una splendida biblioteca dove però più della metà dei libri sono stati portati via ........tutto affrescato e molto ben tenuto
di particolare rilievo la Sala della chitarra rovesciata ............. situata al terzo piano su dei soppalchi vi veniva fatta suonare l'orchestra che tramite un foro (moooollltooo grande) sul pavimento veniva sentita nel primo piano della villa dove si svolgeva la festa ....... come un impianto stereo .....
La stanza riproduce una chitarra rovesciata ..... foro sul pavimento .... forma della stanza e del soffitto ........ e proprio per questa particolarità è ancor oggi luogo preferito di molti musicisti (anche giapponesi) da usare come sala registrazione.
il parco attualmente è splendido ..... ci vuole circa un'ora per girarlo tutto ....... lungo i viali alberati e sulle sponde dei laghetti
Insomma se non sapete cosa fare una domenica ..... andate a fare un giro perchè è veramente splendida





questo è lo stato attuale della foresteria ....... un pò decandente
però da qui c'è una vista splendida sulla villa
inoltre ognuna di quelle porticine è l'ingresso ad una casa
e la Tarta ne vorrebbe tanto una ^_^

i Pucciston hanno pranzato all'inizio della foresteria dove c'è un ristorante con vista sulla villa
molto romannnttiicooooo





L'INCONTRO CON UN'OCA
non tanto giuliva ma alquanto incavolata
lei con le sue amiche non si sono spostate nemmeno di un millimetro  e i Pucciston sonos tati costretti a proseguire in mezzo a loro
ma lorooooo ci soffiavano!!!!!












IL VIALE DELLE STATUE















PARTICOLARE DEL VIALE DELLE STATUE










tutte le foto sono QUI
Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
8 octobre 2008 3 08 /10 /octobre /2008 10:04
In questo specifico caso trattasi della MANO di ANTONIO CANOVA
per mano intendo proprio la mano ........ un pezzo di corpo per intenderci

testo dell'articolo sul TG regionale:
E' grazie al testamento di Monsignor Giambattista Sartori Canova, fratello del celebre scultore, se la mano destra dell'artista, stamane poco dopo mezzogiorno, ha trovato collocazione nel suo paese natale, più precisamente in una stanza del piano rialzato nella sua casa. La mano veniva conservata all'accademia di Belle Arti di Venezia in un'urna di porfido, e l'atto notarile, ritrovato soltanto l'anno scorso, redatto il 9 luglio del 1828 stabiliva che qualora l'accademia avesse cambiato sede la mano del celebre scultore sarebbe stata consegnata al parroco di Possagno.

La mano sarà esposta in occasione della grande mostra LA MANO E IL VOLTO DI ANTONIO CANOVA che sarà inaugurata sabato prossimo alle 11.00 con un centinaio di ritratti, di cui 5 autoritratti, che sapranno parlare della nobile semplicità, serena grandezza del grande artista che tanto ha saputo farsi amare dai suoi contemporanei, compreso Napoleone.

Oltre la mano vi è anche il cuore del Canova, attualmente conservato ai Frari a Venezia.

chi era ANTONIO CANOVA?

è stato uno scultore italiano, ritenuto il massimo esponente del Neoclassicismo. Viene considerato anche come l'ultimo grande artista della scultura italiana. Molto amato soprattutto da NAPOLEONE ..... divenne per lui il suo ritrattista ufficiale. Tanto per capirci il famosissimo marmo che ritrae PAOLINA BONAPARTE seminuda e semisdraiata con una mela in mano.

Insomma il CANOVA è famosissimo in tutto il mondo ....alcune delle sue opere si trovano anche nei musei di Praga e di Mosca .... un pò meno è conosciuto in Italia.

 

 

 

 

 

Originario di POSSAGNO in provincia di Treviso ...... a due passi da casa Pucciston ...... li si trova la sua casa, il museo, alcune opere, e il famosissimo TEMPIO CANOVIANO .......

se passate da queste parti andate a fare un giro ..... dal tempio si gode una vista favolosa sui colli e la pianura ....... e poi siete a due passi da Asolo ...... e quindi la gita turistica si può approfondire

MA VENIAMO AL PUNTO

sta benedetta Mano ...... sembra che il CANOVA sia morto per un blocco al Piloro ...... era in ogi caso molto malato, tutto in conseguenza al suo lavoro di scultore, la cassa toracica con le costole rientranti per le posizioni prese, il respirare la polvere e altro (ricordiamo che siamo tra fine 700 e inizio 800) ..... lo hanno portato alla morte ...... durante la sua autopsia gli viene recisa la mano e prelevato il cuore ..... come reliquie ...... e vengono portate a Venezia dove vengono conservate ......... la mano fino a ieri .... il cuore è ancora li ..... il resto del suo corpo viene seppellito nel Tempio a Possagno

a parte il fatto che io odio particolarmente questa schifida tecnica del conservare le reliquie ........MA A CHE CAVOLO SERVIVA TENERE LA SUA MANO??????

ma quello che più mi ha dato fastidio ..... a parte questa notizia già risaputa e ogni tanto tirata fuori ..... è stato il servizio di ieri sera al TG regionale

Dall'11 ottobre la MANO potrà essere vista al museo Canoviano ....... sistemata in un'apposita stanza, si potrà accedere solo previo appuntamento,...... dicono per la Delicatezza dell'oggetto e per la particolare sensibilità di alcune fasce di visitatori ................anche se secondo me ci sarà una fila immensa per vederla, si sa noi tutti abbiamo una particolare predisposizione per tutto ciò che è ORRIDO!!

ma MI CHIEDO ..... se quelli del museo hanno avuto questa, chiamiamola delicatezza o riservo nel farla vedere spudoratamente .... perchè quelli del TG ..... L'HANNO MOSTRATA IN TV IERI SERA??????

una mano conservata in un vaso trasparente ......... deformata dalla lunga permanenza nella formaleide ...... ma perfetta

ORRIBILE!!!!!!!

 

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
7 octobre 2008 2 07 /10 /octobre /2008 09:35
Il Santuario di San romedio si trova in Trentino .... in piena Val di Non .... si proprio quella delle mele ......
I pucciston ci erano già stati durante una scorribanda in moto un paio di anni fa ...... domenica mattina vista la bellissima giornata sono saliti in macchina e si sono diretti in quella zona
Era da un pò che si diceva di andare a fare una camminata da quelle parti e cosi .... detto fatto!
Al Santuario ci si può arrivare comodamente in macchina ...... parcheggiare e affrontare solo l'ultimo tratto, tutto a gradini, per arrivare ad esso.








Ma i Pucciston questa volta hanno preferito fare il cammino che va dal paese di SANZENO fino appunto al Santuario
Il Cammino è lungo 4 km circa ..... quindi 4+4 di ritorno .... in tutto un paio di ore di cammianta ...... è tutto pianeggiante
 ..... e passa rasente la montagna...










nella sua prima parte, proprio fuori del paese, è in un tratto tipico da sentiero di montagna .... e già qui dopo soli pochi emtri il silenzio finalmente si fa sentire, i rumori della strada del traffico delle persone non ci sono più .... solo il rumore del vento delle foglie e dell'acqua che scorre nei torrenti ..... finalmente!!! .........










si finisce poi in un tratto rasente roccia molto stretto .... protetto a valle da una staccionata in legno e a monte dalla montagna ma anche da corde in acciaio tipo ferrata ...... qui si cammina speso chinati perchè le rocce sono molto basse ....... ma la vista che si gode da quassù è bellissima!!












abbiamo anche incontrato un paio di scalatori che stavano cercando di salire ...... in un tratto dove ci sono molti .... non so come si dice .... ma ci sono già i percorsi preparati con i ganci e tutto ..... dai nomi alquanto pittoreschi











si arriva poi ai piedi del Santuario e qui si affronta la prima gradinata ripida
Il santuario sorge su di una roccia alta 90 metri ed è costituito da più chiese e cappelle, che seguono la conformazione della roccia, collegate tra loro da una ripida scala di 131 scalini.
Gli edifici che costituiscono il santuario sono di datazioni diverse; la costruzione più antica, sorta attorno alla tomba dell'eremita Romedio, risale intorno all'anno 1000.
L'intero complesso si articola in 5 chiesette







E' molto suggestivo .... ma bisogna fare molta attenzione sia a salire che a scendere .... visto che ormai gli scalini sono consunti dal passare continuo di persone .... siano essi pellegrini o semplici turisti
sulla cima poi .... nascosta da un crocifisso in legno molto grande c'è una porta ...... si passa sotto le braccia di Nostro Signore






e si arriva su una terrazza che da direttamente sullo strapiombo
Il luogo è particolarmente suggestivo e vi si trova una pace unica ....... domenica è stata un pò turbata dall'arrivo dei soliti turisti chiassosi ....... tutto intorno le montagne .... roccia e vegetazione ......
Questa volta non abbiamo trovato gli orsi ......... l'orso è legato alla leggenda che vuole San Romedio capace di addomesticare un orso pericoloso e farsi portare in groppa da lui fino a Trento
Di solito in un recinto adiacente al Santuario ce ne sono sempre ...... questa volta no
Alla fine si riprende la via del ritorno
i Pucciston sono tornati a casa ..... ritemprati dal silenzio e dal contatto con la natura ..... stanchi ma felici e naturalmente carichi di mele appena colte ^_^
tutte le foto le potete vedere QUI e QUI
Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
29 septembre 2008 1 29 /09 /septembre /2008 09:43
e allora pedala!!!!!!
questo può essere il succo del we passato
come anticipato i Pucciston lo hanno passato in compagnia di amici ........... praticamente una parte residua del Gruppone dei famosi pedalatori della vacanza sulla Loira di Agosto
Ritrovo: Ferrara
Organizzatore: il mitico Damiano
praticamente un we all'insegna appunto della mitica affermazione: hai voluto la bicicletta? .... allora pedala!!!
siete mai stati a Ferrara? NOOOO???? BeH! andateci
io non posso farvela vedere perche il Pucciboy si è dimenticato a casa la videocamera e quindi non ci sono ne foto ne video .... nessuna testimonianza da farvi vedere
Sappiate solo che siamo stati bene ...... che la città è bella e vale la pena di andare a passarci almeno un we ...... che il giro in bici è stato molto ben organizzato ..... che si è mangiato e mangiato e mangiato e ancora mangiato ....... che si è riso molto ...... insomma che è stato un toccasana per lo spirito
I Pucciston si sono diretti in quei luoghi già venerdi sera subito dopo lavoro ........ hanno preso possesso della loro camera nel R&B ZENROOM ....proprio attaccato al castello in centro città ....... e che dopo una buona cena a base di specialità del luogo .... una passeggiata nelle vie del centro  e un pò di acquisti librosi si sono abbandonati fra le braccia di Morfeo.
La mattina dopo sono stati raggiunti dal Boss Damiano e da una parte dei pedalatori, hanno passato la mattina tra doyouremember e baci e abbracci, hanno preso possesso del loro mezzo a due ruote e sono andati a pranzo in allegra compagnia. Il pomeriggio è stato interamente dedicato a pedalare dentro e fuori le mura della città . Damiano ci ha fatto da cicerone portandoci nei luoghi più suggestivi e raccontandoci un pò di storia.
Un bellissimo intermezzo è stato dedicato all'aperitivo serale ........ la Damianorganizzazione ci ha portati in un locale ..... Il BRINDISI ..... dove tra quelli che qui da noi si chiamano "cicchetti", cioè stuzzichini vari da aperitivo .... abbiamo degustato un paio di vini veramente favolosi ...... ma la cosa bella non erano tanto i vini quanto tutto l'insieme, il locale, la preparazione, i racconti ..... veramente molto apprezzato!
Doccia veloce e cena ......... grande lunga abbondantissima cena ......... la Tarta è riuscita a sopravvivere solo fino ai primi poi ha rinunciato ....... peccato perchè la salamella dicono sia stata squisita e lei se l'è persa!
La giornata di ieri è stata interamente dedicata alle pedalate lungo gli argini del PO .... e qui purtroppo la Tarta ha dovuto rinunciare ........ il suo fisico ha dato forfait ........ vuoi il suo solito mal di testa ..... vuoi il ritmo delle pedalate un pò troppo sostenuto per la sua mancanza di forze ...... vuoi il vento che dava un pò fastidio ...... a metà mattina ha gettato la prima metà della spugna e ha mollato il ritmo ..... è andata avanti con il suo e ha distaccato il gruppo, ma questo tutto sommato le ha permesso di godersi un pò di più il panorama
dopotutto si era li per conoscere luoghi nuovi e non per fare una gara ciclistica ......... e dopo la pausa pranzo ha gettato anche l'altra metà della spugna ..... ed è rientrata con l'auto di appoggio
vabbè è andata cosi!!! .......... non si può sempre avere tutto dalla vita
considerando che anche stamattina la Tarta assomiglia più ad uno zoombie che ad un essere umano ......... si può dire che tutto sommato è andata bene!
Biusogna però dare un premio speciale alla Damianorganizzazione per la pausa pranzo .... non a base del solito panino veloce ma di pasta fredda (da lui preparata in piena notte) ..... affettati vari .... mozzarelle .... insalata mista ........ dolci (favolosi) ....... ottimo vino ......... ragazzi altro che panino veloce!

Tiriamo le somme:
la Damianorganizzazione riceve il primo premio in assoluto per aver organizzato cosi bene questo we ...... dai ricoveri per la notte ai ranci per le italiche truppe ............. diciamo che ci si può tranquillamente fidare anche per prossime escursioni ^___^
il Gruppone dei pedalatori si è nuovamente riconfermato campione di simpatia su tutti i fronti ........ e vince il premio come miglior compagnia per le vacanze ^___^
Pucciboy si è nuovamente confermato smemorato di turno che senza la Tarta si dimentica a casa anche i calzini ..... ma in fondo è un uomo con il cuore grande COSI
la Tarta rimane un cesso di donna ........ un giorno riesce a stare in piedi e per due giorni di seguito ha bisogno della sedia a rotelle e diventa una palla al piede per tutti
cosi è deciso!!!!

Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
18 septembre 2008 4 18 /09 /septembre /2008 14:25
ASOLO
ossia la fortuna di vivere in uno dei più bei borghi d'Italia
chiamata anche LA PERLA DELLA MARCA TREVIGIANA o LA CITTA' DAI MILLE ORIZZONTI
non molto conosciuta ........ poco pubblicizzata ..... di una bellezza unica

Asolo, città preromana, centro abitato fin dal iX secolo avanti cristo
importante città romana sotto il sacro impero
DESCRIZIONE ...... NON DEL MIO SACCO
Racchiudere in poche righe il piacere di una visita ad Asolo, "rara città di case che parlano" (Manlio Brusatin) è impossibile. Si può partire dalla piazza centrale, oggi intitolata a Garibaldi, con l'antica fontana sovrastata dal leone di S. Marco.La Cattedrale, ricostruita nel 1747, conserva nella facciata la struttura romanica. All'interno, opere notevoli tra cui spicca l'Assunta, capolavoro di Lorenzo Lotto (1506).La Loggia della Ragione costituiva il centro della vita amministrativa; nella sala della Ragione si trovano gli stemmi dei podestà asolani; la facciata verso la piazza porta un affresco del Contarini.Imboccata via Browning si incontrano palazzo Polo con le sue eleganti trifore, casa Tabacchi dove Browning scrisse i versi di Asolando, la fontanella Zen (1571) e villa Freya, dimora della famiglia Stark.
Entrando in centro da sud, da Porta Loreggia, e prendendo il Foresto vecchio, ci si imbatte in casa Malipiero, che ospitò il musicista veneziano, e nella chiesa di S. Gottardo.
Salendo lungo la caratteristica via Bembo, si costeggiano le mura fortificate che salgono alla Rocca e si ritorna in piazza. Da qui si sale a piedi lungo via Regina Cornaro tra due ali di palazzi quattrocenteschi affrescati e dotati di portici. A sinistra c'è il castello della Regina, ora Teatro Duse, con la Torre Civica e la più piccola Reata.
Scendendo si lascia sulla sinistra via Sottocastello con l'omonima porta e si passa davanti a palazzo Beltramini, ora municipio.
Prima di ridiscendere lungo contrada Canova, merita uno sguardo via Belvedere dove fino al 1547 era ospitata la comunità israelitica.
In via Canova si ammirano casa Duse e, sotto porta S. Caterina, casa De Maria e la graziosa chiesetta di S. Caterina con affreschi del '300.
Più avanti a sinistra palazzo Pasquali, con la lapide a ricordo del soggiorno di Napoleone nel 1797 e, oltre villa de Mattia, la casa detta Longobarda. Sul colle detto "degli Armeni", notevole il "fresco" di villa Contarini. Salendo per la stretta via S. Anna, si arriva in faccia all'omonima chiesa. Nel cimitero, le tombe di Eleonora Duse e Freya Stark.Tornando dalla piazza centrale si sale ora per via Dante e, lasciata sulla destra l'elegante villa Scotti Pasini, si incontra l'ex monastero benedettino di San Pietro.Infine, oltrepassata Porta Colmarion, 276 gradini conducono alla Rocca, fortezza medioevale (XIII sec.), sulla sommità del monte Ricco. Dagli spalti, splendida la vista sul paesaggio circostante.

PICCOLE INFORMAZIONI ........ DEL MIO SACCO

LA ROCCA



276 GRADINI PORTANO DALLA PIAZZA ALLA ROCCA ......... la Rocca è costituita solo dalla fortificazione e nient'altro .... ma da li si gode una vista spettacolare sulle colline intorno e sulla valle ......... soprattutto dalla cammianta sopra i merli

è mia abitudine .... ma anche di altri abitanti del luogo credo ...... di contare gli scalini sia in salita che in discesa

ma quando si arriva .... in discesa ... verso gli ultimi e si incontrano le persone che hanno appena intrapreso l'impresa di salire ..... si conta di solito a voce alta:
2356 - 2357 - 2358 ecc.
sempre più o meno intorno ai duemila
è molto divertente vedere le facce preoccupate dei turisti ^_*




IL CASTELLO ..... residenza della ex Regina di Cipro CATERINA CORNARO ....... all'interno non è visitabile ma è molto suggestivo .... si trova proprio in centro paese
VILLA DUSE ...... casa di proprietà della famosa attrice di teatro ELEONORA DUSE .... che qui si ritirò a vivere dopo i 51 anni ....... sembra che qui spesso si incontrasse con il D'annunzio suo grande amore
L'ACQUEDOTTO ROMANO ....... in galleria visitabile per il primo tratto
IL MUSEO LA CATTEDRALE E LE CHIESE .............
E LE FAMOSE RESIDENZE
perchè qui ad Asolo molti artisti decisero di vivere ......... nella pace delle sue colline ..... ammirando la vista che si gode da lassù
alcuni nomi: Caterina Cornaro - Eleonora Duse - Freya Stark - Pietro Bembo - Robert Browning - Angelo Brugnoli - Giosuè Carducci -  Igor Strawinsky - Ada Negri - Gian Francesco Malipiero - Ernest Hemingway - Carlo Scarpa - Gian Antonio Stella - Wilma Neruda

dalla valle si sale verso il centro di Asolo prendendo alcune strade che si chiamano FORESTI
Foresto Nuovo quello più in ombra .... da fare in biciccletta perchè di scarsa pendenza
Foresto Vecchio ..... il più bello .... il più irto .... il più vecchio .... il preferito dai Pucciston per andare da casa in centro a piedi
Foresto dell'ospedale ......... il più usato .... visto che ai suoi piedi si trova un ampio parcheggio e da li aprte il bus navetta gratuito verso il centro .... perchè ogni domenica Asolo diventa isola pedonale
Foresto di Pagnano .... il più panoramico ......
Foresto del Casonetto .... il meno usato .... ma luogo di privilegio di ricche residenze

il comune di Asolo fa capo a 3 frazioni
Casella d'Asolo .... la più ampia e popolata ..... attraversata dalla statale che arriva da Bassano del Grappa
Pagnano D'Asolo la meno abitata ma la più bella in assoluto ..... il luogo della mia infanzia ...... e dove ho sempre desiderato vivere
Villa D'Asolo ...... riconosciuta con nome proprio solo nel 1974 ...... dove vivono i Pucciston
e poi 2 sottofrazioni ..... Villa Raspa e Cà giupponi

DOMENICA 21 SETTEMBRE 2008
si terrà ad Asolo il famosissimo PALIO DELLA REGINA
rievocazione storica dell'entrata ad Asolo della Regina Cornaro e del suo seguito
la giornata si svolge in 4 fasi
1° fase ..... pranzo offerto dal comune a tutte le persone meno fortunate ....... e noi come gruppo di volontariato siamo invitati dalla giunta Comunale a partecipare (come a tutte le manifestazioni pubbliche)
2° fase ...... LA SFILATA STORICA ....... non solo in testa la Regina con il seguito .... ma a seguire i popolani .... ogni frazione con i suoi contadini e le vecchie arti
3° fase ......... IL PALIO ..... 6 squadre maschili .... una per ogni frazione ..... e 4 squadre femminili ...... dovranno tirare una BIGA ROMANA del peso di 130 kg. dalla valle alla piazza del centro storico ............. le squadre femminili la Biga vuota .......... le squadre maschili aggravata del peso di una DAMIGELLA ............. vince chi percorre il tragitto nel più breve tempo possibile .... si cronometra ........ 1800 mt di corsa lungo il foresto vecchio ..... la strada più irta
4° fase ...... LA FESTA ...... con il solito abgno nella fontana della piazza

I VINCITORI DEL 2007 ......... siamo noiiiiiii .......... siamo noiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ..... i vincitori del palio siamo noiiiiiiiiiiiiiiii ^_____^ ..... si vede che sono di parte???
e anche quest'anno tifo sfrenato!!!!!!


SE PASSATE DA QUESTE PARTI ..... VI CONSIGLIO DI VENIRCI A TROVARE ........ IL LUOGO E' BELLISSIMO ...... E VALE VERAMENTE LA PENA

vi lascio con due video .......... purtroppo fatti dalla concorrenza :( ............. dove potete vedere parte della sfilata .......... e parte del Palio

ATTENZIONE ........... NEL VIDEO DEL PALIO SI VEDE .... NON MOLTO BENE MA SI VEDE .......... UN PUCCIBOY STREMATO QUASI ALL'ARRIVO ......... in quell'unica partecipazione che ha fatto, dove ha giurato: MAI PIU' ..... ihihihi
la nostra squadra è quella con quel colorino verde scuro schifido ......... bleaaaaaaaaaa

VIDEO SFILATA

VIDEO PALIO
Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
27 août 2008 3 27 /08 /août /2008 10:59
quando si era sulla Loira qualcuno ha visto un mobiletto che poteva stere bene in qualche loro stanza ........ naturalmente essendo in bicicletta sorgeva il dilemma di come portare a casa cotanta bellezza!!!!!
e allora come si fa?
hanno provato prima a chiedere all'organizzazione Zeppelin ....... tipo ..... scusa ho visto una cosa bellissima, che puoi andare a comprarmela e portarmela in Italia?
era più o meno messa giù cosi
l'organizzazione .... naturalmente ..... fa di tutto e di più ..... ma la puttana del Re proprio no!
e allora come facciamo a portarci a casa cotanta bellezza????
indaga qui e indaga là ....... si scopre che Giacomino è arrivato sulla Loira in macchina ^__^ WOW fighissimo........ non importa se con lui c'è anche la moglie Daniela ..... mica occupa tanto spazio scusa!
allora visto che la macchina c'è ........ Giacomino è stato incaricato di fare questo servizio
a nulla sono valse le sue stupidissime scuse ...... è arrivato al punto di dire che aveva una smart
l'incarico gli è stato assegnato di diritto!!!!
da quel momento per noi è diventato Giacomino Trasporti Celeri
e ognuno di noi ...... visto che posto in macchina ne aveva ..... lo ha incaricato di portargli a casa alcune cose
chi una credenza mastodontica
chi un'arazzo
chi un mobiletto
chi una vasca da bagno ...... e cosi via
il Giacomino ora deve ancora finire le consegne ...... ma mi ha scritto una mail dicendo che si sta dando parecchio da fare per essere puntuale sulle consegne
a riprova di tutto mi ha mandato una sua foto fatta appunto durante queste consegne
è o non è BRAVISSIMO???????
Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
26 août 2008 2 26 /08 /août /2008 17:06
Repost 0
Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article