Overblog
Suivre ce blog
Administration Créer mon blog
29 août 2014 5 29 /08 /août /2014 11:29

tema: LE MIE VACANZE

svolgimento:

io quest'anno in vacanza sono andata in crociera

la mia mamma e il mio papà l'hanno pagata per tutta la famiglia

è stato molto divertente

fine

splendour-of-the-seas.jpg

potrebbe bastare ......................

ma non è cosi ...... diaciamo che all'inizio la Tarta non era molto felice della cosa

un sacco di dubbi tormentavano la sua debole testolina

- come farò una intera settimana a stretto contatto con tutta la mia famiglia? (non bastava averli tutti i giorni a lavoro?)

- come farò a stare chiusa in una nave una settimana? .... ho bisogno di spazio io

- come farò a stare in una camera chiusa? al buio? senza finestre? ..... io ho bisogno di aria

 

ecco ..... questi i dubbi e le paure .........

che una volta espressi al Pucciboy hanno ricevuto come risposta:

P: ..... beh! per una crociera pagata a me va bene anche una barca a remi!

T: ............................

 

risultato? 

le crociere sono belle ..... tutto è studiato per metterti a tuo agio

si dorme bene (anche nelle cabine interne) 

ci si diverte

si vedono posti nuovi senza lo stress degli spstamenti

sei servito e riverito in tutto

unico neo ....... si mangia troppo ..... troppissimo ..... nemmeno il truco di usare i piatti piccoli è servito

e nemmeno fare palestra 

e nemmeno andare a correre la mattina 

(era di certo un bel vedere una balena che correva controvento la mattina all'alba ... (io))

 

la nostra compagnia era la Royal Carribean ...... americana, in tutto .....

ma del resto noi si ama l'America

la nave la Slendour of the seas .... (la loro più piccola)

la nostra rotta .... le Isole Greche

 

siamo partiti da Venezia ...... credetemi, vedere Venezia dall'alto di una nave percorrendo il Canal Grande sulle note di "Partitò" di Boccelli ..... non ha prezzo!!!!

per tutto il resto è bastata la Visa di Pucciboy 

 

(segue nei prossimi giorni ...... )

 

Published by la tartaruga folle - dans vacanze
commenter cet article
16 août 2014 6 16 /08 /août /2014 21:30

NY.jpgera la partenza per la granfondo d New York 2013

Published by la tartaruga folle
commenter cet article
14 mai 2014 3 14 /05 /mai /2014 11:17


il-postoLa storia di un uomo - prima contadino, poi operaio, infine gestore di un bar-drogheria in una città della provincia normanna - raccontata con precisione chirurgica, senza compatimenti né miserabilismi, dalla figlia scrittrice. La storia di una donna che si affranca con dolorosa tenerezza dalle proprie origini e scrive dei suoi genitori alla ricerca di un ormai impossibile linguaggio comune. Una scrittura tesissima, priva di cedimenti, di una raffinata semplicità capace di rendere ogni singola parola affilata come un coltello. Il posto è un romanzo autobiografico che riesce, quasi miracolosamente, nell'intento più ambizioso e nobile della letteratura: quello di far assurgere l'esperienza individuale a una dimensione universale, che parla a tutti noi di tutti noi.


Piaciuto? non saprei dire. non mi ha dato profonde emozioni

quando muore qualcuno di caro la cosa più naturale che succede a tutti noi è quella di rivivere la sua esistenza e tirare delle somme.

questo libro è solo questo, la figlia.... sicuramente per un senso di colpa ..... racconta la vita di Suo padre

un Padre che fino al giorno prima di morire era soltanto uno come tanti con un posto qualsiari a questo mondo, uno che in fondo, pur cercando riscatto e una vita migliore, non è mai andato oltre, vuoi per mancanza di coraggio o di mezzi, è sempre rimasto appunto al "Suo Posto"

con questo racconto la figlia invece cerca di rendere la vita del Padre più importante di quello che è, di elevare il padre da semplice uomo a Uomo di buon cuore, uomo pieno di capacità, uomo sfortunato ....... un uomo che ha lottato duro (cosa del resto vera) in un periodo storico importante e pieno di cambiamenti per rendere più dignitosa la vita della sua famiglia ..... ma come riportato in un versetto ..... "se nasci contadino, puoi diventare ricco finchè vuoi, ma resti e resterai sempre un contadino" ...... non basta una casa più grande, un negozio, soldi, per far di te una persona "borghese" ...... elevarsi richiede molto di più

ciò non toglie che ogni vita è per me importante 

comunque, tirando le somme ..... è un bel racconto ..... ma nulla di più

 

 

Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
30 avril 2014 3 30 /04 /avril /2014 14:45
 diceva Steve Jobs
difficile per molti applicare questo pensiero in questo periodo storico in cui il lavoro scarseggia ...... il più delle persone, più che amare il proprio lavoro, si accontenta di averne uno qualsiasi.
penalizzati più di tutti i Giovani, quelli che mancano di esperienza e per i quali il lavoro rimane a volte un miraggio, qualcosa di irragiungibile
vero è però, che è proprio nei periodi di massima crisi che si da il meglio, la voglia di non soccombere, la voglia di riscatto, la voglia di prevalere sull'avversa sorte fa si che proprio quando il nero tinge tutto ..... qualcuno riesca a dare colore, speranza, novità.
Amor proprio, fiducia in se stessi e nelle proprie capazità, essere motivati ..... hanno dimostrato che le migliori invenzioni sono nate proprio in periodi cosi
domani ..... 1° Maggio festa dei lavoratori ....... proviamo a pensare positivo, proviamo a trovare soluzioni, proviamo a darci una mano .......(ehmmm non solo domani)
la soluzione si trova, basta lavorarci e volerlo .... fortemente volerlo
Istituzioni, Stato, Comuni ....... tutti devono lavorare in sinergia per dare una svolta a questa crisi che ci abbatte ogni giorno di più ...... 
meno tasse? anche si! ...... ma anche incentivi, gare, premi per idee innovative, borse di studio, ..... anche la rivalutazione del territorio può aiutare ......
e allora ...... tutti insieme, tante teste e tante mani unite con un'unico grande scopo 
questo è il mio augurio
e non buttiamoci giù ma crediamoci! 

Published by la tartaruga folle - dans di tutto e di più
commenter cet article
24 avril 2014 4 24 /04 /avril /2014 14:10

open.jpg

è un bel pò di tempo che ho abbandonato questo spazio, il tempo a disposizione è sempre relativamente poco e le cose da fare .... Beh! quelle crescono in modo esponenziale ..... strano

vedo però che c'è ancora chi viene a leggere e aspulciare tra queste pagine

bello ..... e allora perchè non ricominciare?

un passo alla volta .... si può fare

ma cosa è successo nel frattempo? ..... di nuovo relativamente poco

continuo a ricamare

continuo a leggere

continuo a fare volontariato con il 118 (Pedemontana Emergenza Onlus)

continuo a fare volontariato con i disabili (Papavero Blu)

mi sono destreggiata (mica tanto bene) con qualche gara in bici complici i miei compagni della Brigata Lepre

grazie alla bicicletta mi ritrovo un marito con la clavicola fratturata ..... aimè in piena convalescenza

che altro?

Ah Si! ...... mi ricandido alle prossime elezioni comunali con la Lista civica "Per Asolo" ....... perchè lo faccio? ..... forse perchè ci credo!!

logo-per-asolo.jpg

insomma le avventure non mancano ....... vediamo solo se la voglia di scrivere ritorna

Published by la tartaruga folle - dans di tutto e di più
commenter cet article
13 novembre 2012 2 13 /11 /novembre /2012 10:53

sempre in attesa di voglia di scrivere di più

nel frattempo pubblico almeno le foto dei miei ricami

questi 3 sono gli ultimi finiti per la mia nipotina ...... ora in lavorazione ci sono quelli per Natale .... ma arriveranno in seguito

vestito 2

vestito-3.jpg

vestito.jpg

 


Published by la tartaruga folle - dans punto croce
commenter cet article
29 octobre 2012 1 29 /10 /octobre /2012 16:36

Follia.jpg

Le storie d'amore contraddistinte da ossessione sessuale sono un mio interesse professionale ormai da molti anni". Inghilterra, 1959. Dall'interno di un tetro manicomio criminale vittoriano uno psichiatra comincia a esporre, con apparente distacco, il caso clinico più perturbante che abbia incontrato nella sua carriera - la passione letale tra Stella Raphael, moglie di un altro psichiatra dell'ospedale, e Edgar Stark, un artista detenuto per un uxoricidio particolarmente efferato. E' una vicenda cupa e tormentosa, che fin dalle prime righe esercita su di noi esercita una malìa talmente forte da risultare quasi incomprensibile - finché lentamente non ne emergono le ragioni nascoste. Il fatto è che in questo straordinario romanzo neogotico McGrath ci scalza dalla posizione abituale, e confortevole, di lettori, chiedendoci di adottare il punto di vista molto più scabroso di chi conduce una forma singolarmente perversa di indagine: il lavoro analitico. Eppure qualcosa, forse una tensione che a poco a poco diventa insopportabile, ci avverte che i conti non tornano, e che l'inevitabile, scandalosa e beffarda verità sarà molto diversa da quella che eravamo stati costretti a immaginare.

 

come commentare questo libro?

se vogliamo sapere delle scrittura direi molto buona, è scorrevole, ben scritto, con quel tanto di intrigante che ti fa venir voglia di continuare a leggere .... si ottimo scrittore.

vogliamo parlare della storia e dei protagonisti?

per me non è una storia d'amore, è come dice il titolo una storia di Follia pura, l'amore non è come in questo caso annullamento è invece completamento

qui si racconta di una fuga dalla solitudine, dalla noia di una vita agiata ma poco elettrizzante, fuga da un marito troppo occupato a fare progetti professionali, fuga da una realtà che non piace più

e ogni volta che si fugge da qualcosa ci si butta a capofitto in qualcosa di nuovo, un nuovo che deve essere stimolante ma molto, molto elettrizzante, qualcosa che ti tenga con l'adrenalina alta

e cosi Stella dove cerca questa novità .... naturalmente nel luogo dove vive .... un manicomio ....

un uomo nuovo, un uomo che ha ucciso per amore, un uomo che sa come farla sentire "viva"

peccato che poi tutto prenda la strada della Follia .....

ecco, senza svelare la trama

solo due particolari ..... Stella non mi fa pena ma tanta rabbia, una donna che si butta via cosi in nome di un amore che non esiste non merita la mia pena

altro .... pensavo che si entrasse molto di più nelle particolarità della psiche ..... visto che il narratore è uno psichiatra e visto che tutto ruota intorno alla mente malata

invece trovo che questa parte sia stata lasciata troppo in secondo piano

 


 

Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
4 octobre 2012 4 04 /10 /octobre /2012 08:00

gatsby.jpgIl romantico ed enigmatico Jay Gatsby organizza feste sontuose nella speranza di avvicinare la donna amata in gioventù, Daisy, che ha sposato un uomo ricco e rozzo. Ne diventerà l'amante, ma un incidente automobilistico darà una tragica svolta al loro amore. Una descrizione spietata e partecipe del mondo fastoso e frivolo degli anni Venti nelle pagine indimenticabili dello scrittore simbolo della "generazione perduta".

una vita lussuosa, spensierata, senza preoccupazioni e vissuta solo in nome del Dio divertimento, priva di sentimentalismi o inutili preoccupazioni

è veramente cosi Gatsby?

oppure la sua vita è solo un paravento per nascondere qualcosa di triste e drammatico?

quel vivere fra persone delle quali non ci si ricorda nemmeno il nome o il viso, le folli corse in macchina

si viene catapultati in una società aristocratica dove tutto è scintillante e ci attrae meravigliosamente

e poi si scivola, verso il basso, nel freddo .....

meraviglioso romanzo .....

Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
3 octobre 2012 3 03 /10 /octobre /2012 08:00

la-ricamatrice-di-segreti.pngOceano Atlantico, 14 aprile 1912. È stata una bugia il biglietto che ha permesso a Tess di salire sulla nave più lussuosa del mondo, diretta in America: stanca di passare le giornate a cucire per pochi spiccioli e dotata di uno straordinario talento come ricamatrice, la ragazza ha trovato il coraggio di avvicinare Lady Lucile Duff Gordon e, mentendo sulla propria identità e sul proprio passato, ha convinto la celebre stilista ad assumerla come cameriera personale. Adesso, davanti a lei, si apre un mondo che sembra uscito da una fiaba: saloni maestosi, tavole imbandite, cabine sfarzose e, soprattutto, sontuosi abiti di velluto cangiante, pizzi raffinati, sete pregiate... Eppure, in quei pochi giorni di viaggio, non sono soltanto la magnificenza e la ricchezza a stupire Tess; ben più sconvolgenti, infatti, sono gli sguardi e le parole di Jim, l'umile mozzo che ha fatto breccia nel suo cuore. Proprio come, di lì a poco, un iceberg farà breccia nell'"inaffondabile" Titanic... New York, 18 aprile 1912. Giunti negli Stati Uniti, i sopravvissuti al naufragio del Titanic vengono accolti come eroi. Presto, però, l'ombra del sospetto oscura proprio la stella di Lady Duff Gordon, accusata da un giornale scandalistico di aver corrotto gli ufficiali di bordo pur di salire su una delle poche scialuppe di salvataggio. E, quando scoprirà chi è la fonte di quella notizia, Tess sarà costretta a una scelta drammatica..

la prima parte ricorda un bel film molto famoso sul naufragio del Titanic .... come non fare i paragoni?

una bugia, un caso, una fatalità ... e la protagonista si trova a vivere una delle peggiori tragedie del secolo scorso

però in effetti qui del naufragio si parla poco e in modo sobrio, senza tante sfumettature, solo i fatti essenziali

sono quelli che serviranno poi a sviluppare la vera trama del libro

il racconto del processo, i racconti dei superstiti e le loro crudeltà (cosa non fareste per salvarvi la vita?)

e la scelta ..... per poter vedere un sogno realizzarsi è giusto mentire su qualcosa di cosi drammatico?

o alla fine l'onestà avrà la meglio sul sogno di una vita?

bello ..... mi è piaciuto molto .... scritto bene .... insomma per gli amanti della storia da leggere sicuramente

 

 

 

Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article
2 octobre 2012 2 02 /10 /octobre /2012 08:00

vangelo_nosferatu.jpgBOEMIA, 1741. In una cappella privata sulle rive della Moldava, una nobildonna ungherese, Eleonora Amalia von Schwarzenberg, sta per ricevere l’estremo saluto. Ma per accertarsi che la defunta riposi in pace, il cuore le è stato strappato dal petto e la salma giace sotto un pesante strato di pietre. Per evitare che risorga dalla tomba in cerca di vittime...

VENEZIA, 2010. L’ispettore Chris Bronson e l’ex moglie Angela Lewis sono in vacanza nella città più romantica del mondo quando all’improvviso, durante una visita all’isola-cimitero di San Michele, assistono a una macabra scena: una tomba si è aperta, e al suo interno è visibile lo scheletro di una donna. Nella tomba è custodito anche un diario scritto in latino, le cui pagine contengono un riferimento a un misterioso manoscritto. Intanto la città viene sconvolta da una serie di terribili omicidi: alcune giovani donne sono state torturate e uccise secondo un oscuro rituale. Quando anche Angela scompare, la vacanza si trasforma in un vero incubo e Bronson si ritrova improvvisamente coinvolto in una frenetica caccia all’assassino. Sulla spettrale “isola dei morti”, ripercorrerà le tracce di un’antichissima e letale cospirazione, che ha origini molto lontane, in un altro tempo e in un altro Paese…

 

 

l'idea è bella .... ma la scrittura non è delle migliori

gli errori sono tanti, qui lo scrittore si è documentato veramente poco, e non c'è suspence ..... senza brio

bella l'ambientazione a Venezia .... ma i personaggi sono totalmente privi di verve, sembrano apatici

eppure si parla di vampiri, di spiritismo, di antichi rituali

ma tutto come si parlasse di andare a fare la spesa

si legge, è carino .... ma mi aspettavo veramente di più

Published by la tartaruga folle - dans libri
commenter cet article